Puglia: Uva di qualità pagata a soli 10 centesimi al chilo

PUGLIA – L’allarme della Coldiretti, dei Produttori e delle Associazioni di Categoria arriva per la vendita dei frutti da tavola come l’uva di qualità che viene pagata solo 10 centesimi al chilo all’interno delle cantine pugliesi. 

La Puglia è la prima regione d’Italia per il numero delle aziende, la qualità e la quantità di produzione dell’uva. Il dato complessivo regionale si è attestato su una superficie pari a 25.085 ettari usati e una produzione pari a 6.400.000 quintali. 

Nel versante occidentale della provincia di Taranto la situazione è davvero drammatica con l’uva che non viene raccolta e viene trasportata nelle cantine e pagata poi solo 10 cent. al kg.

Il comparto dell’uva da tavola, incombe, più che in altri comparti. La questione delle royalty da pagare sulle nuove varietà come quelle senza semi, ma anche su molti prodotti agrumicoli sui quali si sta giocando una guerra ai brevetti.

La CIA Agricoltori Italiani ha scritto come: le diverse regole nell’UE rendono difficile la vita dei produttori. Chi produce in Italia lo fa sopportando dei costi elevati, il rispetto di standard di sicurezza altissimi a differenza di quelli a cui sono sottoposti i produttori di altri paesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy