Hai la moneta con il toro? Ecco quanto vale oggi, incredibile

Non necessariamente le monete devono essere obbligatoriamente “antiche” per essere sufficientemente interessanti, questo è stato dimostrato da vari contesti ed avvalorato anche dalla storia recente del continente europeo che ha adottato l’euro in sostituzione della maggior parte delle emissioni concepite da secoli, da parte delle singole nazioni. Nonostante l’euro risulti essere impiegato da circa un ventennio, sono diverse le forme di moneta che presentano alcune particolarità e rarità particolari, come quella con il toro, ma quanto vale oggi?

Si tratta di una moneta valida, essendo stata emessa proprio da una nazione specifica in sostituzione della precedente valuta e nonostante non sia rarissima è considerata mediamente più interessante di altre valute analoghe.

La moneta con il toro presenta anche una netta simbologia di stampo continentale, che magari sfugge ai più. Quanto vale oggi?

Hai la moneta con il toro? Ecco quanto vale oggi, incredibile

La moneta con il toro risulta essere quella da 2 euro emessa dalla Grecia, che come ogni altra nazione che fa parte del “blocco” europeo ha avuto “terreno libero” nella scelta delle emissioni monetarie dal punto di vista estetico.

Il Toro è stato scelto come raffigurazione standard per questa moneta, e non si tratta di una raffigurazione a caso, essendo ripresa quasi completamente da un antico mosaico che risale all’epoca della Grecia classica, che ritrae il Toro che non è altro che Zeus, il “capo” degli dei olimpici mentre risulta essere trasformato nell’animale, che viene cavalcato dalla giovane Europa, di cui proprio Zeus si invaghì e secondo la tradizione dopo averla “rapita” e conquistata, decise di omaggiarla dando il nome della giovane all’intero continente.

Rappresenta quindi una forma di connessione concettuale tra il concetto di Europa unita e quella della cultura greca, oggi è relativamente comune essendo l’emissione tradizionale da 2 euro della repubblica di Grecia. Ma quanto vale?

Alcuni esemplari possono avere un valore sensibilmente elevato in relazione alla propria rarità, in quanto la Grecia, che ha anche delegato la produzione di una certa quantità di monete alla Finlandia nel 2002, ha avuto una produzione non continua in termini di quantità: annate come il 2004 hanno fatto concepire solo un quantitativo risicato di questa moneta, che se ha l’anno 2004 vale fino a 40 euro se in ottimo stato di conservazione.

L’anno più interessante resta però il 2007, il primo che presenta la tradizionale “nuova” faccia comune, ossia quella con le nazioni europee non più separate dai confini ma formalmente unite: solo 25 mila monete del 2007 di questa tipologia sono state concepite ed oggi un esemplare di questo tipo di questo anno vale tra i 30 fino a 150 euro.

moneta con il toro quanto vale

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy