Hai trovato le vecchie lire con questo artista? Ecco quanto valgono

Le personalità che hanno avuto un “peso effettivo” in vari ambiti sono quasi sempre destinate a finire su opere comuni come quadri, statue e simili ma in molti casi hanno anche fatto la loro comparsa sulle emissioni monetarie, e proprio l’Italia, che ha dato i natali a numerose personalità estremamente importanti, ad esempio come gli artisti ma anche le figure politiche e storiche. Tra le vecchie lire che possiamo trovare in vecchi mobili, vestiti oppure che magari ritroviamo in abitaizoni diverse dalle nostre possiamo riconoscere alcuni volti, che possono avere un significato estremamente importante dal punto di vista storico, come le vecchie lire con il volto di un artista molto importante.

Si tratta di Lorenzo Bernini, enorme talento pittorico e legato alla scultura, vissuto tra il Cinquecento ed il Seicento, considerato una figura fondamentale dell’arte in generale.

Il suo volto è stato scelto per comparire e raffigurare una particolare banconota delle vecchie lire. Quanto valgono?

Hai trovato le vecchie lire con questo artista? Ecco quanto valgono

vecchie lire con questo artista

E’ la 50 mila lire nell’ultima versione, in ordine di tempo, emessa dal Poligrafico e Zecca di Roma, emessa dal 1983 per quanto riguarda la prima serie e la seconda serie nel 1993, molto simile alla precedente eccezion fatta per alcune differenze estetiche.

Bernini, artista dal temperamento forte, ha avuto una vita longeva, ed ha sicuramente contribuito a fare un “solco” nell’arte rinascimentale, portandola verso l’influenza barocca, sia dell’ambito dei dipinti che nelle sculture. Artista a tutto tondo, il suo volto è stato posto sulla 50 mila lire, una banconota concepita in questa serie negli anni 80 per ridurre almeno in parte la forte svalutazione che stava attraversando la lira ai tempi.

Il valore generico corrisponde ad un minimo di 10 euro se in buono stato fino a 45-50 euro se in stato eccellente, una banconota con un seriale della prima serie, che inizia per AA e termina con A può valere fino a 120 euro. La prima serie ha colori più tenui, e “gettando un occhio” alle sostitutive, ossia tutti gli esemplari che hanno un seriale che inizia per X è possibile ottenere un guadagno potenziale elevato, fino a 350 euro se la banconota è in perfetto stato.

Se riusciamo a mettere le mani su un esemplare che inizia con XE, siamo fortunati, in quanto questa speciale serie, emessa nel 1993, conta solo 40 mila esemplari ed in condizioni perfette può valere anche fino a 2000 euro, poco meno di 400 se è “solo” in ottimo stato.

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy