Quanto vale oggi Bitcoin? Ecco la risposta dell’esperto

Il 2022 non è stato decisamente l’anno delle criptovalute, anzi si può definirlo un “periodo di transizione” o addirittura “nero” a seconda del tipo di utenza, in quanto dopo numerosi “alti” sono arrivati degli altrettanto fragorosi “bassi”, che sono anche imputabili alla funzione delle cripotovalute, con ovviamente Bitcoin in testa. E’ stata proprio questa la principale valuta ad operare in senso effettivo sotto il punto di vista generico, essendo stata la prima ed ancora oggi quella utilizzata per definire lo stato di “salute” dell’intero compendio cypto, oggi fatto di svariate migliaia di valute. Ma quanto vale oggi Bitcoin?

La risposta non è solo costituita dal “numero” effettivo, che indica il valore vero e proprio, ma va esaminato anche un minimo il contesto storico.

Essendo una criptovaluta infatti va ispezionato l’intero compendio di tematiche che hanno portato la salita e la discesa di Bitcoin fino al valore odierno.

Quanto vale oggi Bitcoin? Ecco la risposta dell’esperto

Quanto vale oggi Bitcoin-compressed

E’ stata la risorsa economica che ha “inaugurato” il concetto di criptovaluta, una risorsa decentralizzata che opera su concetti finanziari slegati, almeno in principio, da quelli tradizionali, ossia il cosiddetto denaro flat.

Bitcoin, concepita nel 2008 e diffusa nel corso degli anni anche grazie a “pionieristici” investitori, risulta essere un bene più che una valuta, infatti ciò che viene venduto e acquistato attraverso i vari portali finanziario di criptovalute (chiamati di trading) è formalmente la “ricompensa” in termini digitali del lavoro di decriptazione nel data mining.

Queste ricompense sono i BTC, nel caso di Bitcoin sono a numero limitato, quindi la domanda è sicuramente sempre sensibilmente alta. Bitcoin essendo stata la prima crypto ha anche evidenziato i pregi ed i difetti di una risorsa di questo tipo, ossia è estremamente volatile perchè non esiste una forma di sistema centrale che può avere un controllo diretto sul valore, che infatti è sempre condizionato dall’interesse degli investitori.

Dopo il “boom” di pochi anni fa, che ha visto un BTC valere fino a otlre  69 mila dollari statunitensi, è arrivato un progressivo calo, causato da vari fattori, sia di tipo politico, finanziario ma anche “ambientale” in quanto per sviluppare il concetto di data mining è necessaria l’energia di molti computer collegati sulla medesima rete.

Dopo essere andato “sotto” di 15 mila dollari, Bitcoin è risalito ed oggi è valutato circa 36 mila dollari, quindi un valore non distante da quello di 4-5 anni fa, resta difficile comprendere effettivamente il valore futuro di una valuta che però si sta “evolvendo” rispetto al passato.

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy