Come piantare il rosmarino in casa: ecco il trucco

Il rosmarino (rosmarinus officinalis) è una pianta aromatica e ornamentale apprezzatissima e usata in cucina, ma non solo, grazie ai suoi benefici per la salute viene utilizzato anche nella cosmesi e in casa.

Il rosmarino ha un profumo unico e le foglie sempreverdi. Fa parte della famiglia delle Lamiaceae, una tipologia di erbe legnose perenni con fragranti foglie aghiformi e sempreverdi.

Questa erba aromatica è molto semplice da coltivare sia in giardino che a in casa.

Quando va piantato il rosmarino in casa

Il rosmarino può essere piantato in qualsiasi momento dell’anno, ma va precisato che la primavera e l’autunno sono i periodi ideali per piantarlo anche in casa. Durante queste stagioni questa erba aromatica ha il tempo sufficiente per radicarsi prima che arrivino le temperature più intense dell’estate o dell’inverno.

Il tipo di terreno

Il rosmarino prospera in un terreno ben drenato e leggero. Bisogna preparare un mix di terra con terriccio universale e sabbia per garantire un buon drenaggio. Il terreno deve essere leggermente alcalino, con un pH compreso tra 6 e 7.

Il rosmarino in casa

Il rosmarino è una pianta aromatica che ama la luce solare diretta, e ha bisogno di almeno 6-8 ore di sole al giorno. Il vaso va posizionato in un luogo ben illuminato, vicino a una finestra. Se non c’è abbastanza luce naturale in casa, si può considerare l’uso di luci artificiali a LED per fornire la luce necessaria alla pianta.

Se si vuole piantare più piantine di rosmarino in giardino bisogna tener conto di una distanza di 50-60 cm l’una dall’altra. Il buco deve essere profondo quanto la radice e largo il doppio.

Il rosmarino è una pianta che preferisce il terreno leggermente asciutto, quindi bisogna innaffiarlo solo quando il terreno inizia a seccarsi in superficie, evitando di saturarlo di acqua. La pianta non va lasciata in acqua stagnante, perché questo può causare marciume delle radici.

Potare il rosmarino regolarmente aiuta a mantenere la pianta compatta, favorendo la crescita di nuovi germogli, ma è importante potare la pianta solo dopo la fioritura per promuovere la produzione di nuovi rami. 

Cosa fare in caso di parassiti 

Il rosmarino resiste generalmente alle malattie e ai parassiti, ma può essere suscettibile a infestazioni di acari. Se notate la presenza di piccoli insetti rossi o marroni, o macchie argentee sulle foglie, una perdita di vitalità della pianta, è il caso di intervenire applicando un prodotto specifico. 

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy