Addio al Bancomat: ecco quando non sarà più possibile utilizzarlo: “Pazzesco”

Con il nome di Bancomat siamo pronti ed abituati a definire tutti quei servizi che rientrano nell’ambito della dinamica finanziaria da quasi mezzo secolo a questa parte, in quanto le prime forme di terminale bancario per un utilizzo privato risalgono agli anni 70 in Italia ed il circuito Bancomat esiste dal decennio successivo. Varie  tendenze stanno effettivamente mostrando quanto il Bancomat risulti essere oramai qualcosa che fa quasi parte del passato, pur essendo culturalmente ancora molto presente anche nel linguaggio comune, sembra essere oramai destinato ad un addio.

Ma quando il Bancomat, inteso nella sua formulazione di prelievo di contanti ed altri servizi, non sarà più presente nel nostro paese?

E’ possibile fare una sorta di stima effettiva, che però tiene conto anche di fattori difficili da individuare.

Addio al Bancomat: ecco quando non sarà più possibile utilizzarlo: “Pazzesco”

Addio al Bancomat

Il Bancomat permette di prelevare denaro contante dagli sportelli bancari, anche se con questo nome oggi definiamo qualsiasi forma di circuito che permette di fare ciò, senza distinzione, quasi come azione effettiva (il termine Fare un Bancomat spesso evidenzia proprio il prelievo nel suo senso specifico) e con questa forma di utilizzo il denaro contante è formalmente a disposizione in qualunque momento della giornata.

Negli ultimi anni sono però migliaia di esercizi bancomat ossia terminali ATM che sono dismessi o disattivati, per una semplice questione legata sia alla necessità che al bisogno: Rispetto al passato le persone hanno meno bisogno di contante che anche per questo viene limitato non nel possesso ma nell’utilizzo da limiti specifici comunque presenti, inoltre la diffusione dei pagamenti elettronici che sono invece incentivati da politiche molto diversificate, permettono di arginare il contante in molti casi.

Le banche dismettono i propri ATM anche per motivazioni pratiche, in quanto meno utilizzati e quindi in grado di sviluppare meno utili, a fronte di costi maggiori anche in termini di commissioni. E’ la fine del Bancomat? Nella struttura che siamo abituati a conoscere, forse si ma di fatto i terminali ATM continueranno ad essere impiegati per i prossimi decenni seppur in quantitativi limitati, quindi almeno per altri 10 – 15 anni non dovrebbe essere un problema trovare uno sportello dove prelevare.

E’ però possibile in futuro concepire una forma di aumento dei costi di prelievo , come conseguenza diretta di questa forma di calo fisico in termini numerici degli sportelli ATM attivi. E’ più una trasformazione del Bancomat che una vera e propria forma di addio.

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy