Allerta sul Canone Rai 2024: ecco il nuovo prezzo, sconvolgente

La tassa televisiva quasi sempre in Italia viene chiamata Canone Rai, dall’assonanza relativa al concetto di pagamento regolare che esiste da moltissimi anni, addirittura da prima della diffusione capillare degli apparecchi televisivi. Anche per il 2024 il Canone Rai è stato confermato seppur con una modifica a dir poco importante nel prezzo, condizione che ha sicuramente diviso nuovamente le opinioni in merito a questa particolarissima “tassa” che viene riconosciuta in modo applicativo e totale per la quasi totalità della popolazione italiana.

Una sorta di “mini allerta” legata al Canone Rai esiste da decenni interi, in quanto molti non considerano la sua adozione come “giusta”.

A quanto ammonterà il prezzo del Canone Rai in vista del 2024? Le opinioni, come accennato sono già divise.

Allerta sul Canone Rai 2024: ecco il nuovo prezzo, sconvolgente

Allerta sul Canone Rai 2024

E’ quasi impossibile auspicare una totale rimozione di questa imposta così importante ma anche generalmente detestata dalla popolazione: il Canone Rai esiste per finanziare una buona fetta del servizio pubblico televisivo ed a dispetto del nome ufficioso di Canone, è una tassa quindi una imposta vera e propria, calcolata sulla base di una necessità di foraggiare anche parzialmente lo Stato, che a sua volta “tassa” ogni singolo importo.

A dispetto di numerose dichiarazioni politiche, è quasi impossibile quindi attendersi una abrogazione totale dell’imposta che però è stata già modificata più volte nel corso delle  decadi, in modo specifico applicando una forma di “rateizzazione del singolo importo annuo.

Questo è avvenuto nel 2016, e finora non è stata mai modificata fino ad oggi, a dispetto di proclami veri e propri portati avanti da parte di numerosi partiti politici, il Canone Rai sarà confermato anche per il 2024 con una modifica di prezzo non banale, che è già stata ufficializzata: da 90 euro annui, che venivano calcolati in base ad un dilazionamento unito alla fatturazione della bolletta elettrica (termine applicato a partire da una decisione del governo Renzi, nel 2016), che ha portato ogni mese fino ad ottobre, l’importo della rata della tassa televisiva di 9 euro.

Il nuovo prezzo totale sarà di 70 euro invece di 90, quasi certamente sarà mantenuta la struttura a rate adottata, e sicuramente efficiente rispetto al vecchio bollettino. L’intento è quello di rendere questa imposta, da sempre tra le più evase in senso assoluto, maggiormente “normale” e quindi più utile ed applicabile al contesto fiscale italiano.

I detrattori concepiscono invece questa riduzione come una forma di strategia per “ingannare” la popolazione, in quanto altre imposte relative sarebbero celate in altri contesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy