Fino a 300€ per questa moneta da 50 centesimi: ecco quale cercare

In maniera piuttosto prevedibile, sono le banconote e le monete più rare ma anche quelle concepite per essere in qualche modo esclusive a raccogliere i maggiori consensi dal punto di vista strutturale e collezionistico, anche spesso sono quelle più diffuse ad essere più in grado di entrare nell’immaginario collettivo generale. E’ sicuramente il caso della moneta da 50 centesimi di euro, che come le altre emissioni comunitarie, ha iniziato ad essere utilizzata dal 1° gennaio 2002, sostitutendo progressivamente la lira. Una moneta da 50 centesimi non ha un valore altissimo ma è comunque in grado di esercitare un potere importante anche nell’ambito collezionistico, in modo specifico per alcuni esemplari rari.

Anche le monete di questo tipo infatti non sono tutte uguali, ma vengono differenziate fin dal principio, dalla nazione di provenienza.

Ed alcuni esemplari sono decisamente più rari, e per questo trovarne uno magari in condizioni eccellenti permette di poter ricavare un valore importante.

Fino a 300€ per questa moneta da 50 centesimi: ecco quale cercare

Fino a 300€ per questa moneta da 50 centesimi

In Italia sono prodotte oltre alle monete e banconote destinate al nostro paese, anche quelle per realtà minori ma comunque parte di altri stati come il Vaticano e la repubblica di San Marino. Queste due micronazioni pur essendo parte del nostro paese dal punto di vista di varie dipendenze, restano almeno in parte, formalmente indipendenti e non essendo disposte di una zecca personale, sono per forza di cose portate ad utilizzare l’euro, attraverso accordi stipulati con l’UE.

Il Vaticano in particolare, soprattutto nei primi anni di euro ha concepito attraverso la zecca di Roma esemplari molto interessanti quanto rari, come le monete da 50 centesimi di una particolare versione di queste del Vaticano.

Quasi tutte le emissioni vaticane presentano il volto del Papa, o almeno è stato così fino al 2016,  fino a quando Francesco I  fino a quel momento ritratto, ha chiesto ed ottenuto di utilizzare il proprio stemma effettivo al posto della propria effige.

L’esemplare più raro è sicuramente quello del 2005, che non presenta alcun volto ma lo stemma del Cardinale Camerlengo con l’emblema della Camera Apostolica in quanto è stata coniata come emissione a poche settimane dalla scomparsa di Papa Giovanni Paolo II, quindi evidenziando la Sede Vacante  ossia la rara condizione di mancanza di pontefice. Un esemplare di questo tipo è molto raro da trovare in quanto evidenzia anche palesemente l’assenza del papa, solo 60 mila pezzi, perlopiù concepiti per collezionisti sono stati concepiti.

Il valore è quindi elevato, si passa da circa 50-6o euro per un esemplare ben tenuto fino a soglie di oltre 300 euro per pezzi in Fior di Conio.

moneta 50 centesimi

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy