MARTINA FRANCA – Si terrà Domenica 27 gennaio 2019 a Martina Franca il Concerto per la Memoria 2019, un evento per la Giornata della Memoria voluto dalla Fondazione Paolo Grassi per ricordare la tragedia dell’Olocausto. L’intento è quello di commemorare le vittime dell’olocausto attraverso la musica, e sottolineare l’importanza della cultura ebraica nella storia della civiltà. Il programma del concerto prevede le musiche di Olivier Messiaen, Hans Krása e canti popolari ebraici eseguiti dal Coro di voci bianche della Scuola di Musica della Fondazione Paolo Grassi.

Commemorazione delle vittime con il Concerto per la Memoria 2019

Il programma del Concerto per la Memoria 2019 prevede l’esibizione del quartetto di Olivier Messiaen “Quatuor pour la fin du temps” (Quartetto per la fine del Tempo), composto nel Campo di concentramento di Görlitz tra la fine del 1940 e i primi giorni del 1941. Il Quartetto è considerato uno degli esempi di musica cameristica più elevati del ventesimo secolo e per la prima volta venne eseguito il 15 gennaio del ’41, in un edificio del Campo di Görlitz, dallo stesso Messiaen al pianoforte con Henri Akoka al clarinetto, Jean le Boulaire al violino ed Étienne Pasquier al violoncello. Il brano sarà eseguito dal Trio “Gioconda De Vito” (Silvia Grasso, violino – Gaetano Simone, violoncello – Liubov Gromoglasova, pianoforte), con la clarinettista Dino Cattedra.

Coro di voci bianche per il Concerto per la Memoria 2019

Nel corso del Concerto per la Memoria 2019 i canti popolari ebraici saranno eseguiti dal Coro di voci bianche della Scuola di Musica della Fondazione Paolo Grassi diretto da Angela Lacarbonara. E’ anche prevista l’esecuzione dell’opera “Brundibar” del compositore ceco ebreo Hans Krása, che i bambini del Campo di concentramento di Theresienstadt eseguirono mentre la Cecoslovacchia era invasa. Sarà dunque un concerto per commemorare le vittime dell’olocausto e ascoltare la buona musica di un popolo che ha subito gravi ingiustizie.