Home Eventi Il “Dantedì” a Massafra

Il “Dantedì” a Massafra

Le scuola hanno risposto " presente" alla celebrazione della giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta Dante Alighieri

MASSAFRA – Oggi 25 marzo a Massafra come in tutta Italia si celebra il “Dantedì” ovvero la giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta Dante Alighieri. Questa particolare ricorrenza è stata istituita dal Consiglio dei ministri, su proposta del ministro della Cultura, Dario Franceschini, nel 2020. La scelta di celebrare l’evento proprio il 25 marzo è dovuta al fatto che i dantisti ritengono sia il giorno d’inizio del viaggio nell’aldilà descritto letterariamente nella “Divina Commedia“.

L’IC “Pascoli-Andria” di Massafra ha intitolato il suo Dantedì “E quindi uscimmo a riveder le stelle” mutuando un verso dell’inferno.

Gli studenti delle terze classi della scuola secondaria di I grado, nell’ambito del progetto “Impara l’inglese con Dante”, hanno incontrato Sinclair de Courcy Williams, studioso di Dante e autore di una traduzione in inglese moderno della Divina Commedia. Il regista e scrittore irlandese si è soffermato sull’analisi semantica comparativa attraverso la traduzione dei versi dei Canti III, V e XXXIV; ha inoltre declamato in inglese gli ultimi versi dell’Inferno.

Numerose sono le attività organizzate dall’IC “Pascoli- Andria” in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante. Da diverse settimane gli alunni si stanno cimentando in letture a tema, drammatizzazioni, realizzazioni di video, presentazioni animate, digital story telling, escape room e altri prodotti di game-based learning e gamification, elaborati grafici. Altri eventi sono in preparazione.

Anche le sezioni della scuola dell’Infanzia sono state coinvolte in attività a tema per celebrare il Dantedì, a partire dai più piccoli impegnati in attività laboratoriali sino ai cinquenni che si sono cimentati nella composizione di frasi in rima.

Nell’anno che celebra il settimo centenario dalla morte di Dante Alighieri, la scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “San Giovanni Bosco” rispondendo all’invito del Ministero delle attività culturali e per il turismo di promuovere l’identità culturale italiana nel mondo, ha organizzato un cartellone di eventi. Dal 25 marzo al 23 aprile, una serie di iniziative culturali e formative avranno l’obiettivo comune di avvicinare gli alunni allo studio dell’opera dantesca.

Il manifesto degli eventi dal titolo “700DANTE – dal Dantedì alla giornata internazionale del libro e del diritto d’autore”, prevede due appuntamenti particolari. A celebrare il Dantedì l’incontro con il dantista professor Stefano Milda, dedicato agli alunni delle classi terze e seconde. Al centro dell’incontro il canto XXVI dell’inferno, il canto di Ulisse. Il 9 aprile prossimo invece il giudice Francesco Losavio presenterà agli studenti il suo volume “A Divina Cummèdij d’ Dant’ Alighìer’-Lu ‘Nfìern’ com’ l’er’ ess’ scritt’ Dant’, ci er’ net’ a Massafr'”, originale omaggio a Dante e al vernacolo massafrese. Saranno presentati in modalità on line alcuni approfondimenti dell’opera dantesca tra letteratura, scienza e arte.
L’istituto comprensivo “San Giovanni Bosco” parteciperà inoltre al primo concorso letterario-figurativo indetto dalla Li. Sa.Ca. in collaborazione con l’associazione culturale “Lectura Dantis Metelliana”. Gli studenti si cimenteranno nella realizzazione di un originale manifesto rappresentativo di un verso dantesco esclusivamente assegnato all’istituto; gli elaborati confluiranno in una mostra allestita all’interno della scuola e tra di essi quello selezionato da apposita commissione parteciperà ad una mostra nazionale.

L’evento conclusivo si terrà il 23 aprile: una “festa letteraria” celebrerà altri due geni della letteratura internazionale, Shakespeare e Cervantes, che proprio in questa giornata vengono ricordati.

L’intera manifestazione, informano dalla scuola ha ricevuto il patrocinio morale della Società Italiana Dante Alighieri – Comitato di Taranto.

Mariella Eloisia Orlando

Exit mobile version