La festa di Santa Lucia a Massafra

Tra tradizione e devozione si rinnova il sentito appuntamento con la festa della santa protettrice della vista

Santa Lucia

MASSAFRA – Si rinnova a Massafra l’antichissima tradizione della festa in onore di Santa Lucia.

Come accade ormai da secoli, anche quest’anno, in ottemperanza alle norme anticontagio vigenti, l’arciconfraternita del Santissimo Sacramento e la rettoria dell’Antica Chiesa Madre organizzano la festa in onore dell’amata santa.

Il programma religioso prevede il triduo di preghiera nei giorni 10, 11 e 12 dicembre con la santa messa celebrata alle 18:00.

Il 13 dicembre nell’Antica Chiesa Madre sarà celebrata la santa messa al mattino alle 8:00 ed alle 9:30 e nel pomeriggio sarà officiata la solenne celebrazione eucaristica alle 18:00.

Il tradizionale corteo religioso e le attività collaterali a cui si era abituati non sono state autorizzate nel rispetto delle norme anti COVID-19.

Il culto per Santa Lucia, a Massafra affonda le proprie radici in epoche antichissime. A testimoniarlo, l’antica cappella ubicata sulla via Appia. In un antico documento datato maggio 1081, si legge che Riccardo Senescalco donava la chiesetta e tutti i suoi beni all’abbazia della Cava dei Tirreni.

Molti sono i detti popolari legati a questa festività. È una ricorrenza vissuta come un momento di transizione tra il buio dell’autunno e l’allungarsi lento delle giornate invernali. Secondo la tradizione “Da santa Lucia, il giorno cresce di un passo di gallina”.

Mariella Eloisia Orlando