Giornata del Contemporaneo: al “De Ruggieri” una mostra

"Eppur ci sono! Le donne nell'arte dagli Anni Settanta ad oggi", il momento conclusivo di vari laboratori artistici per riflettere sull'arte al femminile.

0
114
Massafra, De Ruggeri
Riconoscimento Editoriale: Pagina Facebook / Liceo De Ruggeri . Massafra

MASSAFRA – Fervono i preparativi per la mostra organizzata in occasione della XV “Giornata del Contemporaneo“.

Nella sede di via Crispiano del liceo “De Ruggieri” di Massafra sarà allestita la mostra intitolata “Eppur ci sono! Le donne nell’arte dagli Anni Settanta ad oggi“. In esposizione tutti i lavori realizzati nel corso di laboratori pratici di cui rappresenta l’esito finale.

Il vernissage è fissato per sabato 12 ottobre alle 10. La mostra sarà visitabile dal 12 al 18 ottobre negli orari di apertura della scuola invece nella “Giornata del contemporaneo” dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Sarà anche possibile prenotare delle visite guidate.

L’iniziativa, pensata nell’ambito del progetto “Scuole (e) AperTE“, è promossa da Amaci (Associazione dei musei d’arte contemporanea italiani) con il sostegno della Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Senato della Repubblica, del Ministero per i beni e le attività culturali, del Ministero degli affari esteri, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, dell’Unione delle Province italiane e dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani.

I docenti di discipline artistiche del “De Ruggieri” e alcune studentesse dell’Accademia delle belle arti di Bari guidano una serie di laboratori artistici in programma sino a giovedì 10 ottobre nel “De Ruggieri” e nelle scuole secondarie di primo grado che hanno aderito alla “Giornata del contemporaneo“. Alcuni gruppi di alunni della sezione Liceo artistico dell’IISS massafrese hanno assunto il compito di coadiuvare i docenti.

Obiettivo dei laboratori pensati per la “Giornata del contemporaneo” è indagare l’arte delle donne che hanno operato una rivoluzione in vari ambiti artistici, riflettere sulla tendenza nei secoli scorsi ad emarginare le donne nonostante le loro capacità creative. Sotto i riflettori le donne artiste che operarono durante il Sessantotto e non solo per poi giungere agli anni Ottanta, in cui le donne avranno lo stesso spazio nell’arte degli uomini.

A Massafra, nell’Istituto comprensivo “D’Amicis” il laboratorio “Segni e scritture” di Carla Accardi; nell’Istituto comprensivo “Pascoli” “I ragni” di Luise Bourgeois; nell’Istituto comprensivo “San Giovanni Bosco” “Cucire l’arte“, omaggio a Maria Lai; nell’IISS “De Ruggieri” i “Re – autoritratti concettuali” di Cindy Scherman.

Laboratori anche a Palagiano: “I nodi” di Paola Pivi nell’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII” e “L’arte di strada” di Vivian Maier nell’Istituto comprensivo “Rodari“. Nell’Istituto comprensivo “D’Annunzio” di Palagianello il laboratorio sul tema “I cieli” di Marisa Merz.

Va ricordato che la “Giornata del Contemporaneo” è il grande evento che, dal 2005, AMACI dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico. Il primo o il secondo sabato di ottobre i musei associati ad AMACI, accanto a tutte le istituzioni italiane che liberamente decidono di aderire all’iniziativa, aprono gratuitamente le loro porte per un’iniziativa ricca di eventi, mostre, conferenze e laboratori. Un programma su scala nazionale regala dunque al pubblico l’occasione di vivere da vicino la vivacità e la ricchezza dell’arte di oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui