Ritorna il Pellegrinaggio al Santuario Rupestre della “Madonn Abbasc”

Una tradizione che a Mottola si rinnova dal 1506.

0
361
Pellegrinaggio al Santuario Rupestre di Mottola
Riconoscimento editoriale: Pagina Facebook / Confraternita del Carmine di Mottola "Pagina Ufficiale"

MOTTOLA – Domenica 28 aprile, in occasione dell’ottava di Pasqua, la tradizione vuole che si rinnovi un momento molto suggestivo, quello del Pellegrinaggio al Santuario dedicato alla Beata Vergine SS. Del Carmelo.

Si narra che il 22 aprile del 1506 avvenne l’apparizione della Vergine al Chierico Pietro Di Filippo e gli chiese di ergere una chiesa nella quale celebrare una festa in suo onore l’8 settembre.

Col tempo però in onore della Beata Vergine del Monte Carmelo, vennero istituite altre feste come quella del 16 luglio e dell’ottava di Pasqua.

Domenica a partire dalle ore 10:00, in un’atmosfera suggestiva, tra pianti in fiore, alberi di ulivo secolari e mandorli, si terrà la celebrazione nella cappella ipogea dedicata al culto della Madonna del Carmelo distante 6 km dal paese, sulla strada provinciale 28.

Molti fedeli accorreranno anche dai paesi vicini per ascoltare i riti religiosi della Confraternita. Molti giungeranno anche a piedi in segno penitenziale. Si trascorrerà una bella giornata pranzando all’aria aperta.

Il Santuario nel corso del tempo è stato curato dai confratelli del Carmine e fra loro si ricorda il compianto Francesco Acquaro, ex comandante della Polizia Locale che con la collaborazione di Angelo Rotolo, mastro di costruzioni in pietra, rimodernarono il luogo circostante con muretti a secco e tanti altari quanti le stazioni della Via Crucis.

Nel 1981 un incendio distrusse la statua settecentesca della Madonna assieme a quella di altri santi.

Per l’ottava di Pasqua la statua della Madonna sarà portata in spalla dai fedeli fino in piazza dove i fedeli si raccoglieranno in venerazione e seguiranno la Santa messa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui