“Tessiture”: la rassegna on-line dal comunale di Massafra

L'iniziativa del "Teatro delle Forche" permetterà al pubblico di fruire di tre spettacoli teatrali in diretta streeming on-line.

Tessiture Massafra

MASSAFRA – Continua incessante l’impegno del “Teatro delle Forche” di Massafra. La compagnia massafrese propone al pubblico una nuova rassegna intitolata “Tessiture” al via oggi, 20 marzo. Si tratta di tre performance teatrali di altrettante compagnie pugliesi che saranno trasmesse in diretta streaming dal teatro comunale “Nicola Resta” di Massafra. I tre spettacoli saranno fruibili attraverso la pagina Facebook e sul canale Youtube del Teatro delle Forche.

“Tessiture”, va precisato, è il momento conclusivo del progetto di Residenze Artistiche Artisti nei Territori “PASSI Bildungsroman”, a cura del Teatro delle Forche (Ministero della Cultura / Regione Puglia).

Si parte oggi sabato 20 marzo alle 19:00, con “Fragile” (Primo studio per una residenza) della compagnia TerramMare Teatro. In scena Silvia Civilla e Pietro Pizzuti che reciteranno il testo di Tino Caspanello.

Interessante la presentazione dello spettacolo offerta dalle note di regia: «Un uomo, una donna, palloncini da gonfiare, vestiti da indossare per uno spettacolo di strada. Una piccola fenomenologia, una storia in equilibrio sul filo della quotidianità di una coppia, sorpresa a giocare tra poesia e brevi cortocircuiti esistenziali, che mettono a nudo la fragilità delle nostre relazioni, degli amori e delle vite che tentiamo di vivere.

Artisti di strada, i due, in giro per le piazze, in attesa di un pubblico, di qualche moneta. E proprio durante l’attesa, nella piazza deserta, consumano il rito della loro esistenza fatta di rinunce, giochi, piccoli ricatti e riflessioni sul senso del loro vivere una vita fuori da una misura comune.

Una storia è sempre il pretesto per andare oltre la storia stessa, per rintracciare i legami che ci riportano a contatto con il mondo, per costruirne di nuovi o per capire meglio quelli già strutturati. Una storia non è altro che cercarsi nel mondo e cercarsi nell’altro.

Il teatro, da sempre si trasforma e si reinventa trovando la forza di resistere animato da creatività e passione creando un’occasione di rinascita.»

La rassegna on line proseguirà giovedì 25 marzo con “Storia dell’occhio” di Astragali Teatro, un recital teatrale per attore e musicista. Nello specifico è un percorso attraverso la poesia europea del ‘900 dedicato a Georges Bataille nato dalla scrittura di Fabio Tolledi che ne cura anche la regia. In scena ci saranno Fabio Tolledi (voce) e Mauro Tre (piano).

L’appuntamento conclusivo è fissato per venerdì 26 marzo con “Decameron” di Giovanni Boccaccio. Una produzione della compagnia “Diaghilev” diretta e interpretata da Paolo Panaro.

"Tessiture": la rassegna on line dal comunale di Massafra

Mariella Eloisia Orlando