Carrabba: gli agricoltori sempre più soggetti alle intemperie

Il presidente della CIA Puglia raccoglie le segnalazioni e afferma che gli agricoltori sono diventati veri e propri ostaggi del clima.

TARANTO – Secondo il presidente CIA Puglia Carrabba, il lavoro di tutto l’anno è stato vanificato dalle intemperie degli ultimi giorni. Gli agricoltori infatti hanno perso ben il 70% della loro produzione. Tra le colture più colpite ci sono: ortaggi, meloni, pomodori e uva.

I terreni che hanno subito i principali danneggiamenti sono quelli in provincia di Taranto, Bari e Brindisi.

Carrabba ribadisce che non si può parlare solo di grandine, ma ci si trova dinanzi a livelli estremi di maltempo, che sono una conseguenza anche dei cambiamenti del clima che influiscono molto sull’intensità delle intemperie.

Per questo motivo oggi il mondo agricolo è soggetto a fenomeni imprevedibili e gli tocca praticamente assistere inerme alla distruzione dei raccolti. Intanto i tecnici della CIA Puglia continuano a fare una ricognizione dei danni e raccogliere le segnalazioni.