La Nave Scuola Palinuro ormeggiata da oggi a Taranto
Riconoscimento editoriale: Massimo Todaro / Shutterstock.com

TARANTO – La città di Taranto è conosciuta principalmente per la sua particolare posizione che la vede sorgere tra due mari il Mar Piccolo e il Mar Grande. Questa posizione ha portato al soprannome di “città dei due mari”. Oltre al suo particolare assetto geografico, Taranto presenta una costa lunga ben 140 chilometri, e un lungomare che le invidiano in molti.
Molto interessante anche il connubio che sussiste tra la storia del borgo antico e la modernità dei suoi palazzi e di architetture all’avanguardia. Ma cosa vedere a Taranto? Quali sono le attrazioni da non perdere? Scopriamolo insieme!

Cosa vedere a Taranto: la città vecchia

Una delle prime attrazioni da vedere a Taranto è sicuramente la “città vecchia”, camminando per il borgo antico infatti è possibile scoprire alcune delle sue attrazioni principali come il Castello Aragonese.

Oltre al castello, camminando tra le sue piccole stradine potrai trovare palazzi e chiese. Una delle più antiche, o meglio la più antica di tutta la Puglia e la Chiesa Cattedrale di San Cataldo.

Taranto è anche la città emblema del periodo della Magna Grecia, essendo stata la sua Capitale per questo motivo a Piazza Castello è possibile scoprire ciò che rimane del Tempio di Poseidone. Da non perdere naturalmente anche una visita alla Cattedrale medievale di San Cataldo, dove ci sono le spoglie del santo.

Sempre nel borgo antico, si trova anche la Chiesa di San Domenico sorta invece sui resti di un antico tempio greco. In via Cavour invece sarà possibile scoprire la chiesetta di San Francesco da Paola al Borgo, una piccola chiesa che è però un vero tesoro della città vecchia. 

Il Castello Aragonese

Il castello Aragonese che prende anche il nome di Castel Sant’Angelo presenta una pianta quadrangolare e un cortile centrale molto ampio.

Il castello è stato originariamente costruito intorno all’anno mille. Nel 1486, Ferdinando II d’Aragona si adoperò per riuscire ad ampliare la costruzione. In quel periodo storico ha assunto così le sembianze che possiamo ammirare ancora oggi con torri larghe e basse.

Oggi il Castello Aragonese è di proprietà della Marina Militare ma è comunque possibile fare una visita guidata ogni giorno in modo gratuito. Le visite sono possibili durante la mattina e nel pomeriggio e possono accedervi sino a 50 persone ogni turno.

Durante la visita guidata è possibile fare una camminata molto suggestiva sulle mura esterna del castello dove è possibile scoprire il paesaggio della città e vedere la bellezza del suo mare.

Il Ponte Girevole

Il ponte girevole o di San Francesco di Paola di Taranto, è una struttura che collega l’isola dove sorge il borgo antico alla penisola che ospita il borgo nuovo. Il ponte girevole è uno dei simboli della città di Taranto, ed è stato inaugurato il 22 maggio del 1887 dall’ammiraglio Acton Ferdinando. Il ponte girevole si trova sopra il canale che unisce il Mar Grande e il Mar Piccolo. 

Cattedrale di San Cataldo

La Cattedrale o Duomo di San Cataldo è la più antica cattedrale di tutta la Puglia. Questa chiesa all’inizio era stata dedicata a Santa Maria Maddalena, solo successivamente venne intitolata a San Cataldo. La chiesa presenta un’architettura bizantina ed è stata realizzata verso la metà del decimo secolo per volere dell’imperatore Niceforo II Foca. La chiesa mantiene l’impianto bizantino e costruisce l’attuale cattedrale con pianta basilicale. La vecchia costruzione non è stata sostituita del tutto, e quindi si vedono ancora i dettagli bizantini, con decorazioni barocche, come la facciata che è ad opera dell’architetto leccese Mauro Manieri. 

Museo Archeologico – Il MARTA

Una tappa obbligatoria tra cosa vedere a Taranto c’è il MArTA ossia il Museo archeologico nazionale di Taranto. Il Museo presenta tra le più grandi collezioni di manufatti realizzati durante l’epoca della Magna Grecia, uno dei reperti più importanti sono gli Ori di Taranto. Il museo si trova in corso Umberto I, ed è stato fondato nel 1887 e al momento occupa la sede del vecchio convento di San Pasquale di Baylon che era stato edificato durante il XVIII secolo.

Lungomare Vittorio Emanuele III

Il Lungomare Vittorio Emanuele III si trova nel borgo nuovo e permette di scoprire la bellezza del mare e della costa tarantina. Il lungomare è molto ampio e presenta anche degli spazi aperti interessanti come la Rotonda del Lungomare. Scendendo invece è possibile trovare diverse gradinate dalle quali è possibile avvicinarsi al mare.

Palazzo de Beaumont

Il palazzo de Beaumont Bonelli è uno dei palazzi storici di Taranto, questi si trova in Corso Vittorio Emanuele II, il palazzo risale al 1600 sopra delle strutture preesistenti consistenti in ambienti frutto di cavaggio degli spartani. Il Palazzo de Beaumont Bonelli oggi ospita anche il Museo Spartano di Taranto, inoltre spesso qui sono organizzati eventi culturali ed artistici.

La Concattedrale

La Concattedrale di Taranto è una chiesa inaugurata nel 1970 che si trova nel Borgo Nuovo della città. La Concattedrale di Taranto è stata costruita per volere del monsignor Guglielmo Motolese e realizzata su progetto di Gio Ponti. La chiesa presenta una struttura architettonica moderna e davvero molto peculiare. La chiesa è dedicata alla Gran Madre di Dio, considerata una patrona della città insieme a San Cataldo, alla santa gli viene attribuito il merito nel 1710 di aver protetto la città di Taranto dal Terremoto. Molto bella anche la Cripta che si trova nella sua cappella del Santissimo Sacramento. 

Piazza Ebalia e Piazza Maria Immacolata

Camminando per il centro del borgo nuovo si va incontro a due bellissime piazze che si trovano su strade parallele. Piazza Ebalia si trova vicino al Lungomare e presenta al centro una fontana che durante la sera si illumina con spettacoli acquatici. Piazza Maria Immacolata invece è situata tra Via D’Acquino e Via di Palma ed è il cuore della via dello shopping di Taranto, un punto d’incontro per le serate estive e invernali, e per chi vuole affrancarsi un po’ sotto l’ombra delle sue altissime palme.

Villa Peripato

Villa Peripato domina sul Mar Piccolo e si trova nelle vicinanze del convento di Sant’Antonio. La Villa si trova in un’area molto estesa pari a 5 ettari e si affaccia direttamente sul mar Piccolo. La Villa è stata chiamata così in riferimento alla scuola peripatetica di Aristotele, ossia quella famosa passeggiata che il filosofo usava per insegnare ai suoi studenti. Villa Peripato presenta diverse opere archeologiche al suo interno, varie specie naturali e anche un piccolo laghetto artificiale. 

Isole Cheradi

Nel mare di Taranto si trovano anche le Isole Cheradi, questo arcipelago composto da tre isolette prevede l’isola di San Pietro e l’Isola di San Paolo. L’unica visitabile è l’Isola di San Pietro e solo durante il periodo estivo quando l’Amat mette a disposizione un mezzo di trasporto via mare per raggiungere la suggestiva spiaggia presente sull’Isola.