Home Intrattenimento Curiosità Eclissi e Superluna per un 26 maggio “spaziale”

Eclissi e Superluna per un 26 maggio “spaziale”

Eclissi di luna (durante l’ora di pranzo) e Superluna di sera: mercoledì 26 maggio è una giornata molto importante per gli astronomi e gli appassionati.

superluna

Mercoledì 26 maggio è un giorno importante per gli astronomi e gli appassionati di eventi “spaziali”. Questo è il giorno in cui ci saranno ben due eventi che caratterizzeranno il nostro satellite. Il primo è una eclissi totale, il secondo è una Luna più grande rispetto al normale, la cosiddetta Superluna. Purtroppo uno dei due eventi non sarà visibile in Europa, poiché accadrà in un orario giornaliero, tuttavia sarà possibile assistere in diretta streaming all’evento sintonizzandosi sui canali online che lo trasmetteranno.

Eclissi lunare 26 maggio: dov’è e come vederla online

Il primo evento, quello che noi in Europa non potremo vedere, sarà l’eclissi totale di luna. Questa inizierà alle 11.45 e terminerà completamente alle 14.52. Lo sviluppo dell’eclissi inizierà in modo parziale, per poi diventare totale in un breve lasso di tempo, compreso tra le 13.11 e le 13.26, quindi l’eclissi tornerà a essere parziale e terminerà definitivamente verso le ore 14.52. Ovviamente noi in Italia (e in tutto il Vecchio Continente) non potremo assistere a questo evento, perché è pieno giorno. Tuttavia potremo guardarlo in diretta streaming online grazie al sito del Virtual Telescope Project di Gianluca Masi, che trasmetterà in diretta l’evento (inizierà alle ore 12).

I fortunati che potranno assistere all’eclissi totale di luna senza il bisogno di uno smartphone, tablet o PC sono le persone che risiedono in Nord America, Sudamerica (ma solo nel versante sudoccidentale), Asia Sudorientale e Australia.

Superluna 26 maggio: cos’è e come vederla

La Superluna del 26 maggio: ne sentiremo parlare sempre di più nelle prossime ore. Di cosa si tratta esattamente? Semplicemente il nostro satellite ci apparirà più grande, soprattutto al suo sorgere, poiché si trova nel punto dell’orbita più vicino al nostro pianeta, il cosiddetto perigeo. Questa luna è anche nominata Super Flower Blood Moon: non dobbiamo aspettarci una Luna rosso sangue, né tantomeno in fiore. Il nome è semplicemente legata al fatto che la luna piena di maggio arriva nel fulgore della primavera e i nativi americani la collegavano con la rinascita dei fiori.

Il momento migliore per guardare la luna nella serata di mercoledì 26 maggio è al suo sorgere: spuntando dall’orizzonte e allineata con gli altri elementi dello spazio visivo, il satellite apparirà molto grande, di più rispetto al normale, e dovrebbe denotare anche un leggero colore rossastro. Più la luna si alzerà in cielo, più le sue dimensioni torneranno alla “normalità”.

L’evento sarà trasmesso in diretta anche dall’Istituto Nazionale di Astrofisica, che inquadrerà la luna con il suo telescopio. Presente anche Samantha Cristoforetti, che fornirà informazioni in più sull’evento. La serata inizierà alle 21.30, con il professor Sandro Bardelli che spiegherà cosa sia la Superluna, per poi continuare con altre narrazioni dedicate al nostro satellite. L’osservazione al telescopio inizierà alle 22.15 e terminerà verso le ore 23.

Exit mobile version