BRINDISI – Al Bano Carrisi non si trova più nella blacklist. Si chiude questa triste vicenda. Per la gioia di tutti coloro che amano il noto cantante di Cellino San Marco. Lo ha dichiarato il suo avvocato Cristiano Melegatti. E’ stato tutto chiarito con il nuovo Governo.

In questi ultimi mesi, il noto cantante pugliese era stato dichiarato un pericolo pubblico per la sicurezza dell’Ucraina. Lui era rimasto incredulo sentendo queste parole.

Nessuno ci ha creduto più di tanto, conoscendolo. La sua vita è stata solo canto, concerti e affetto che la gente ha dimostrato nei suoi confronti e che lui non ha mai deluso.

Ora arriva la notizia tanto attesa, quella che è stato depennato dalla blacklist. La comunicazione è stata data dal suo legale.

Sono stati mesi difficili per Al Bano, dal momento che ha avuto problemi con le istituzioni locali.

Per chi non sa cosa sia accaduto, Al Bano aveva dato dei giudizi positivi sul presidente russo, Vladimir Putin. Da quel momento, il cantante venne dichiarato una losca figura, dalla quale tenersi alla larga.  Aveva giudicato l’annessione della Crimea, che la Russia ha strappato all’Ucraina nel 2014.

Al Bano non vede l’ora di tornare a fare dei concerti in Ucraina

L’avvocato Cristiano Melegatti ha chiarito che con il nuovo governo i rapporti tra Al Bano e l’Ucraina sono cambiati. In pochi mesi, il nuovo governo ha espresso un parere positivo sul cantante e di conseguenza è stato deciso di rimuoverlo dalla lista nera.

Albano Carrisi, appresa la notizia e quindi considerata la possibilità di poter varcare i confini dell’Ucraina senza alcun impedimento, ha fatto le prime dichiarazioni.

Ha affermato  di non essere mai stato interessato alla politica e ha sottolineato di essere solo un cantante non un politico.

L’unica cosa che interessa ad Al Bano, cantante di fama internazionale, è quella di esser accolto presto in Ucraina per fare un grande concerto di pace e musica.