Torna l’iniziativa domenicalmuseo a Taranto proposta dall’assessore alla cultura Fabiano Marti. La proposta prevede l’apertura dei musei anche la prima domenica di luglio per vivere una domenica estiva alternativa. Ecco il commento dell’assessore in proposito: “In luogo dell’affollata spiaggia estiva, di una domenica tutta sole e mare, dedichiamoci alla visita del nostro patrimonio storico e culturale approfittando dell’apertura straordinaria di domenica 1 luglio del Palazzo Pantaleo e dell’annesso Museo etnografico Majorano”.

L’assessorato alla cultura del Comune di Taranto ha quindi confermato l’adesione all’iniziativa del MIBACT domenicalmuseo anche per la prima domenica del mese di luglio e prevede l’ingresso gratuito in tutti i musei e nelle aree archeologiche statali in ogni prima domenica del mese. Dunque, Palazzo Pantaleo ed il museo Majorano saranno aperti al pubblico e visitabili dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 20.

Iniziativa domenicalmuseo da proseguire

L’assessore ha aggiunto riguardo all’iniziativa domenicalmuseo di essere favorevole alla proposta per visitare tutti gli ambienti dei palazzi nobili del 700 e quindi le stanze, le cucine, le stalle e al tempo stesso per ammirare nella tranquillità assoluta le meraviglie come quelle che si trovano all’interno di Palazzo Carducci Artenisio.

Il palazzo, infatti, restaurato di recente, conserva otto dei dodici dipinti ovali che decoravano il salone delle feste e che da poco sono stati restituiti alla comunità dopo un intervento di restauro curato dalla Soprintendenza che ha permesso di riportare in luce le cromie originarie e quindi permettendo così di apprezzare meglio i soggetti raffigurati quasi irriconoscibili a causa della vernice che li ricopriva con strati abbastanza spessi. Il prossimo 6 agosto i musei saranno visitabili gratuitamente dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 20. L’amministrazione ha dichiarato di voler continuare ad aderire all’iniziativa, considerato anche il successo ottenuto nelle scorse edizioni e l’interesse suscitato nei turisti che hanno apprezzato i tesori di Taranto. L’iniziativa è quindi anche un modo per potenziare l’offerta turistica della città.