Laterza “Città che legge 2018-2019”. Riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Per promuovere e valorizzare i comuni che svolgono con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura.

0
49

LATERZA – Come comune fra i 15mila e i 50mila abitanti, la città laertina, riceve l’ambita qualifica per il “valore riconosciuto e condiviso” del libro e della lettura. Lo ha comunicato l’ente civico di Piazza Plebiscito nella sua pagina di Facebook.

Il riconoscimento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di “Città che legge 2018-2019”, è stato conferito a 150 comuni italiani. Si sono distinti in attività di sensibilizzazione della lettura, attraverso le scuole. Anche con iniziative cittadine che hanno visto una grande adesione delle famiglie, consapevoli dell’importanza di coinvolgere i più piccoli, avvicinandoli ai libri.

La lettura rappresenta il punto di partenza per la formazione culturale, a partire dalla tenera età.

Sabrina Sannelli, delegata consiliare dell’Abmc, Archivio, biblioteca e museo civico, dichiara che vengono premiate e valorizzate le politiche di promozione della lettura che hanno consentito che si svolgessero attività fuori e dentro la Biblioteca comunale di Laterza.

Laterza “Città che legge 2018-2019”. Premio di tutti i cittadini.

Il premio è stato riconosciuto alla città per le numerose iniziative che hanno coinvolto la comunità. Attraverso la scuola o con il coinvolgimento delle famiglie e degli studiosi, i vari progetti che hanno riguardato la lettura, sono ritornati di anno in anno.

Attraverso “Il Maggio dei Libri”, “Nati per leggere”, “Libriamoci” e “Biblioteca va in città”, è stata data un’impronta decisa nella comunità di Laterza, amante della lettura.

Si sono succedute anche le varie iniziative come i percorsi itineranti dentro e fuori la biblioteca, curati da Pietro Romano, coordinatore didattico dell’Abmc e che rientrano anche nelle attività di Laterza Estate 2019.

Il premio riconosciuto alla città è di tutta la comunità che ha partecipato con entusiasmo alle iniziative culturali. Ha trascinato anche i piccolissimi, consapevole di quanto sia importante la lettura, anche attraverso il gioco, i laboratori didattici e tutto ciò che permetta ai più piccoli si essere coinvolti e stimolati.

Sannelli dichiara che il premio è un buon viatico per il lavori in corso al Palazzo Marchesale, prossima sede che accoglierà le diverse iniziative culturali. Ciò è permesso attraverso dei finanziamenti regionali di Community Library, della Biblioteca e dell’Archivio comunale.

Attualmente è la Cittadella della Cultura ad aver accolto il progetto, attraverso il MuMa.
Consapevoli che attraverso la lettura avviene lo sviluppo intellettuale, ma anche sociale ed economico di una comunità, il Centro per il Libro, d’intesa con l’Anci-l’associazione nazionale dei Comuni italiani-con la “Città che legge” ha deciso di avviare politiche pubbliche per la promozione della lettura.

Con queste iniziative si vuole sostenere la crescita socio culturale, attraverso la diffusione della lettura.

La qualifica di “Città che legge” consentirà alla città di Laterza di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici ed incentivi che saranno predisposti per premiare i progetti più meritevoli.