La città di Mottola ricorda Sergio Leone con la proiezione di due capolavori

Dal 3 ottobre e per cinque giovedì consecutivi, rassegna dedicata al grande regista premio Oscar.

0
313

MOTTOLA – In omaggio alla memoria di Sergio Leone per i 90 anni dalla sua nascita e a 30 dalla sua morte, è stata organizzata la proiezione di una rassegna di film del grande regista che ha cambiato il volto del cinema italiano.

Per ricordarlo non si poteva fare scelta migliore che scegliere due grandi capolavori del cinema internazionale che sono entrati nella storia “C’era una volta il Wester” e C’era una volta in America”.

Le pellicole saranno proiettate presso la Sala Convegni di via Vanvitelli che è stata ristrutturata e rimodernata completamente. Si tratta della stessa sede dove negli anni ’50 venne aperta la prima sala cinematografica a Mottola, il “cinema Orfeo”.

L’Assessore alla cultura e turismo Crispino Lanza ha affermato che questo omaggio era dovuto al maestro che ci ha regalato dei film straordinari.

Sergio Leone ha portato all’estero un nuovo genere di western all’italiana degli anni ’60 e ’70, denominato spaghetti-western. Fra i suoi capolavori ricordiamo “Per qualche dollaro in più” e “Il buono, il brutto e il cattivo”. Tutti film che in questi anni molte volte sono stati trasmessi in TV.

Cinque appuntamenti imperdibili con il cinema di Sergio Leone

A Mottola, la rassegna dei film, per ricordare il grande regista avrà inizio il 3 ottobre e continuerà per cinque giovedì consecutivi, durante i quali saranno proiettati i film più famosi del celebre regista romano.

L’assessore Lanza sottolinea che per omaggiare il grande maestro, sono state scelte due ricorrenze molto speciali, i 90 anni dalla sua nascita e i 30 dalla sua morte.

Per la città sarà una grande occasione per rivedere i capolavori di Sergio Leone, considerato uno dei più importanti registi della storia del cinema.

Negli annoi ’60 fu uno fra i primi pionieri del genere di film denominato spaghetti-western. Molti furono i film di successo: “Per un pugno di dollari”, “Per qualche dollaro in più”, “Il buono, il brutto, il cattivo”. Assieme formano la cosiddetta “trilogia del dollaro”.

“C’era una volta il West”, “Giù la testa” e “C’era una volta in America” , compongono la “trilogia del tempo”.

Molti furono i riconoscimenti conferiti al regista, sceneggiatore e produttore italiano,. Ricordiamo il David di Donatello per “Giù la testa”, come migliore regista.

Nel 1985, “C’era una volta in America” gli ha fatto vincere il Nastro d’argento; fu nominato al Golden Globe come migliore regista e al David di Donatello, come migliore regista straniero. Nel 1984, gli fu assegnato il David René Clair.