Pianista 90enne allieta l’attesa dei pazienti al reparto oncologico dell’Ospedale di Bari

Il reparto ha creato "l'angolo del tempo", uno spazio accogliente dove rilassarsi in attesa delle terapie.

0
218
Oncologico di Bari. 90enne allieta l'attesa suonando il piano
Riconoscimento Editoriale: Regenwolke0 / Pixabay.com

BARI – E’ accaduto all’interno dell’Ospedale Giovanni Paolo II, presso il reparto di Ematologia dell’istituto Oncologico. Un uomo si è seduto al piano e ha allietato i pazienti che attendevano il turno, con la bellissima melodia di “My Way” di Frank Sinatra.

Il pianista che tutti hanno apprezzato è un 90enne che si trovava anche lui in sala d’attesa. Il personale medico, i pazienti e tutta la gente che si trovava li in quel momento, sono rimasti incantati dalla dolce melodia.

Presso il reparto oncologico di Bari è nato “l’angolo del tempo”

Attilio Guarini, direttore del reparto oncologico dell’ospedale di Bari, ha dichiarato che la musica in sala d’attesa non è più un evento straordinario da quando con un progetto è nato “l’angolo del tempo”. E’ uno spazio dove chiunque può trascorrere qualche ora di relax mentre attende di sottoporsi alle terapie oncologiche.

Una bella idea davvero a beneficio di tutti i pazienti. Si respira un’aria serena ed accogliente, che è molto utile in un reparto così difficile come quello oncologico. Lo spazio è stato allestito con nuovi mobili e comode sedie. Alcuni benefattori hanno donato delle poltrone e anche il pianoforte.

Lo spazio è diventato molto accogliente e spesso alcuni artisti vengono a suonare la chitarra per fare compagnia ai pazienti; davvero un gesto nobile da parte di questi artisti.

Pianista 90enne ha regalato dei momenti piacevoli ai pazienti

Il 90enne che si è seduto al piano, con estrema disinvoltura, ha regalato un altro momento piacevole molto apprezzato dai pazienti e dai parenti che hanno vissuto con più leggerezza il tempo di attesa, prima di di iniziare le terapie.

La notizia del pianista 90enne che ha suonato il brano di Fank Sinatra si è diffusa e su Facebook è stato pubblicato il video che è divenuto virale. Tante le persone emozionate.