MASSAFRA – La Regione Puglia in collaborazione con il comune intende dare valore al patrimonio storico e culturale, rappresentato dagli oltre 20mila volumi della biblioteca dello studioso Cosimo Damiano Fonseca, donati alla città.

Questo è un bene per la città che potrà beneficiare di volumi antichi di grande valore culturale.

Il consigliere regionale del Pd, Michele Mazzarano annuncia che ciò sarà possibile grazie a un protocollo d’intesa approvato dalla giunta.

Questa interessante notizia è resa possibile grazie all’approvazione della delibera della giunta regionale che ha approvato il protocollo d’ intesa con il Comune di Massafra per beneficiare della donazione della biblioteca del professor Cosimo Damiano Fonseca.

Sarà così possibile salvaguardare e valorizzare il fondo librario del professore che porta la firma dell’assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone delegata dalla Regione alla sottoscrizione.

Mazzarano sottolinea l’importanza di grande valore scientifico e letterario di questo fondo librario che tratta sulla civiltà rupestre e sull’arte bizantina, temi che hanno rappresentato la base delle numerose ricerche e pubblicazioni dello studioso massafrese.

Questi volumi rappresentano il patrimonio artistico e culturale della Puglia e delle altre regioni meridionali e quindi vanno preservati.

Il consigliere regionale Mazzarano sottolinea:

“Due gli obiettivi principali fissati nel protocollo di intesa. Il primo sviluppare un rapporto di ampia collaborazione con l’obiettivo di assicurare al fondo librario del prof. Fonseca tutte le condizioni di salvaguardia, valorizzazione e la più ampia fruizione nell’ambito del sistema regionale dei poli Biblio Museali. Il secondo obiettivo è quello di individuare le formule di gestione più adeguate per assicurare alla biblioteca la sua funzione di ricerca, di promozione dello studio e della conoscenza in un comparto fondamentale dell’identità regionale e del patrimonio storico, artistico e culturale del Mediterraneo, anche favorendo la cooperazione con le altre istituzioni culturali a livello locale, nazionale ed internazionale”.

Il sindaco Fabrizio Quarto è lieto di questa grande donazione e ringrazia il cittadino per la generosità. Il primo cittadino chiarisce:

“Il protocollo si è reso necessario vista la complessità e la gran mole di libri, molti dei quali davvero preziosi, da gestire e valorizzare”. Osserva:“Se è vero quello che diceva Marguerite Yourcenar in Memorie di Adriano: “fondare biblioteche è come costruire riserve contro un inverno dello spirito”, noi con il sensibile aumento del patrimonio librario e con la prossima realizzazione della libreria digitale, da mettere a completa disposizione non solo della cittadinanza, ma di un territorio in rete con altri poli culturali, stiamo creando una grande piattaforma “logistica culturale”, un punto di riferimento del “sapere””.