TARANTO – Si ripete anche quest’anno la Fiera della letteratura del mare, dopo il successo dello scorso anno, per iniziativa dei suoi promotori:”l’associazione tarantina “Le belle città”, il Liceo “Vittorino da Feltre”, la Lega Navale e l’onlus “Actionaid” Taranto”, spinti dall’amore per la lettura.8

L’evento “TARANTO DUE MARI DI LIBRI” avrà inizio domani 2 maggio e si chiuderà giorno 5. Il programma è ricco di iniziative dedicate al libro e al mare e questi giorni vogliono essere lo spunto per promuovere proprio il territorio costiero e l’ambiente marino in tutte le sue caratteristiche.

Alla Fiera della letteratura del mare parteciperanno 18 case editrici.

Alla Conferenza di presentazione dell’evento, sono intervenuti Lino De Guido, presidente dell’associazione “Le belle città” e tra i promotori la prof.ssa Clara Cuccarese della Fiera della letteratura del mare. Il professor Paolo Ponzio, coordinatore del Piano Strategico per la Cultura della Regione Puglia, il capitano di vascello Carmelo Licciardello in rappresentanza del Comando Marittimo Sud, la professoressa Monica Bruno in rappresentanza dell’Ufficio scolastico provinciale. Il dirigente scolastico del liceo delle Scienze Umane “Vittorino Da Feltre” Alessandra Larizza, la presidente della Lega Navale sezione di Taranto Rosangela Martongelli e il responsabile della onlus “Actionaid” Taranto Umberto Castaldo.

L’evento finanziato dalla Regione Puglia, ha ricevuto un finanziamento biennale di 11 mila euro per il 2019 e altrettanti per il 2020.

La scorsa edizione ha affrontato il tema della navigazione, invece quest’anno, al centro della rassegna culturale ci sono i fari e in particolare il faro di San Vito che compie 150 anni di vita.

La rassegna culturale è promossa dalla Regione Puglia, attraverso l’assessorato all’Industria Turistica e Culturale (PATTO PER LA PUGLIA FSC 2014 – 2020) è sostenuta da molti partner istituzionali, come la “Marina Militare, il Comune di Taranto, la Provincia di Terra Ionica, l’Ufficio Scolastico Regionale Puglia Ufficio VII Taranto e MIUR Ufficio Scolastico Regionale”.