Per il terzo anno parte la Stagione Teatrale 2018/19 Teatro Orfeo. La struttura tarantina porterà grandi nomi nella città dei due mari, che metteranno d’accordo le vecchie e le nuove generazioni, ma lo scopo ultimo è avvicinare i giovani al teatro. Il cartellone preannuncia nomi prestigiosi che per molte date fanno presagire il tutto esaurito.

Stagione Teatrale 2018/19 Teatro Orfeo a prezzi contenuti

Nelle intenzioni di Adriano e Luciano Di Giorgio, rispettivamente proprietario e gestore dello storico teatro tarantino “Orfeo”, sono quelle di realizzare una stagione teatrale memorabile. E ci riusciranno senza dubbio vista la ricca prospettiva offerta dalla stagione Teatrale 2018/19 Teatro Orfeo: il suo cartellone artistico, prodotto con la collaborazione di Andrea Romandini, presidente dell’Associazione Salotto Professionale Eventi, è diventato un punto di riferimento importante della cultura a Taranto.

Stagione Teatrale 2018/19 Teatro Orfeo spettacoli previsti

Per la Stagione Teatrale 2018/19 Teatro Orfeo sono previsti:

8 novembre: MAURIZIO BATTISTA

“Scegli una carta” è lo spettacolo di Maurizio Battista.

19 novembre: MASSIMO DAPPORTO

“Il borghese piccolo piccolo” con Massimo Dapporto.

11 dicembre: LUCA ARGENTERO

In “Vite straordinarie” Luca Argentero racconterà le storie di grandi personaggi dalle vite straordinarie.

18 dicembre: ROBERTO CIUFOLI in “A Christmas carol”

Roberto Ciufoli sarà sul palco dell’Orfeo con il musical: “A Christmas carol” (Compagnia dell’Alba).

15 e 16 gennaio: TERESA MANNINO

Una esilarante Teresa Mannino travolgerà il pubblico del Teatro Orfeo.

31 gennaio: EDOARDO LEO

“Ti racconto una storia” – Letture semiserie e tragicomiche e improvvisazioni musicali di JONIS BASCIR

6 febbraio: ALE & FRANZ

Ritornano sul palco del Teatro Orfeo Ale & Franz.

6 marzo: TOTI E TATA

“Tutto il mondo è un palcoscenico” con Solfrizzi/Stornaiolo.

29 marzo: PINO INSEGNO

Debutto assoluto di Pino Insegno al Teatro Orfeo con “58 sfumature di Pino”.

9-10 aprile: ALESSANDRO SIANI

Alessandro Siani calca di nuovo il palcoscenico, spinto dalla voglia di potersi confrontare con il pubblico.