Taranto. Il Premio B. Croce alla tarantina Flavia Piccinni

Per la letteratura giornalistica è stato assegnato l'importante riconoscimento all'autrice, già vincitrice del Premio Enea 2018 per la saggistica.

Taranto. Il Premio B. Croce alla tarantina Flavia Piccinni
foto di Flybynight

La scrittrice tarantina Flavia Piccinni è andata in finale assieme agli ultimi libri di Ezio Mauro e di Paolo Mieli.

Il vincitore è stato scelto sia da una giuria di qualità che dalla giuria popolare composta da detenuti e studenti, come migliore testo di letteratura giornalistica pubblicato nell’ultimo anno.

Il 28 luglio 2018 ci sarà la premiazione che avverrà a Pescasseroli.

L’autrice del libro intitolato “Bellissime” ha impiegato quattro anni per scriverlo e in esso, fra interviste, incontri, eventi e viaggi, ha voluto sottolineare l’importanza di mantenere l’innocenza nelle bambine che si apprestano a divenire donne.

E’ bene abbattere gli stereotipi se vogliamo permettere loro di crescere libere.

“Bellissime” vuole condannare coloro che sfruttano le bambine nel mondo della moda e nelle fabbriche, senza rispettare gli orari e le loro esigenze.