Ricetta zeppole di San Giuseppe

Una bontà ricca di crema pasticcera, sono le zeppole di San Giuseppe che possiamo preparare tutto l'anno.

0
166
Ricetta Zeppole di San Giuseppe alla crema pasticcera
Zeppole di San Giuseppe. Riconoscimento Editoriale: Ilares Riolfi / Flickr.com

RICETTA – Le zeppole di San Giuseppe sono i dolci tipici della festa del papà, ma noi li adoriamo e per questo non possiamo aspettare. Con l’arrivo dei primi freddi, ecco che amiamo chiuderci in cucina e mettere le mani in pasta.

Le zeppole sono una golosità per il palato e il loro profumo si espande per tutta la casa. Sono buonissime fritte, ma sono ottime anche cotte al forno.

Arricchiamole con frutta sciroppata o scaglie di cioccolato come piace ai bambini.

Questo dolce è amano da nord a sud Italia, ma le sue origini sono campane. C’è anche chi le ama preparare al cioccolato e arricchirle di granella di nocciole e pistacchi.

Si tratta di bignè da arricchire a nostro piacimento.

Ecco come realizzare le zeppole di San Giuseppe.

  • Dosi per: 6 pezzi
  • Difficoltà: media
  • Calorie: 650 a porzione
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 40 minuti
  • Costo: medio

Ingredienti ricetta zeppole di San Giuseppe

  • 150 gr di farina
  • 3 uova medie
  • 1 tuorlo
  • 55 gr di burro
  • 250 ml d’acqua
  • sale q.b.

per 350 gr di crema pasticcera

  • 2 tuorli
  • 22 gr di amido di mais
  • mezzo baccello di vaniglia
  • 200 ml di latte intero
  • 70 gr di zucchero
  • 50 ml di panna fresca

per friggere e guarnire

  • amarene sciroppate
  • olio di semi di arachide q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Procedimento ricetta zeppole

  1. Iniziamo dalla crema pasticcera perché dovrà riposare appena pronta e quindi scaldiamo il latte assieme alla panna, in un pentolino e aggiungiamo la vaniglia dalla quale abbiamo estratto i semi con un coltellino. Arrivato a bollore, spegniamo e teniamo in caldo.
  2. In una scodella, sbattiamo i tuorli con lo zucchero e aggiungiamo l’amido di mais e amalgamiamo bene gli ingredienti. Aggiungiamo il latte dopo aver tolto il baccello di vaniglia e mescoliamo bene tutto, rimettendo di nuovo il composto sulla fiamma, fino a che si addensa.  Trasferiamolo in una ciotola e copriamo con la pellicola trasparente e conserviamo in frigo.
  3. E’ il momento di preparare la pasta per realizzare le zeppole, versando l’acqua in un tegame capiente e aggiungendo il burro a pezzetti e un pizzico di sale. Accendiamo la fiamma e mescoliamo con un cucchiaio di legno per sciogliere il burro.
  4. Raggiunta l’ebollizione aggiungiamo la farina e continuiamo a mescolare fino a quando il composto si staccherà dalle pareti dell pentolino. Spegniamo la fiamma e aggiungiamo le uova uno per volta continuando a mescolare fino a che il composto risulterà fluido e cremoso.
  5. Versiamo il composto in una sac-à-poche con una bocchetta a stella e nel frattempo scaldiamo l’olio per friggere e quando avrà raggiunto una temperatura di oltre i 165°C procediamo alla frittura.
  6. Utilizzando della carta da forno, ritagliamo dei quadrati e su ciascuno di essi, con la sac-à-poche disegniamo un cerchio di impasto a doppio giro, quindi versiamo nell’olio l’impasto direttamente con la carta forno rivolta nella parte superiore. Subito dopo la potremo sfilare facilmente e friggere le zeppole che dovranno raggiungere la doratura.
  7. Disponiamole su della carta assorbente e successivamente su un vassoio. Quando si saranno raffreddate, guarniamo con la crema pasticcera con cui nel frattempo avremo riempito una sac-à-poche. Finiamo con l’amarena e lo zucchero a velo.

Conservazione

Le zeppole di San Giuseppe sono buone appena cotte, ma se ne avanzano si possono conservare in frigo per un giorno.

La crema pasticcera avanzata si può consumare fino a due giorni conservata all’interno del frigo.

Consiglio

Con la crema pasticcera si può fare anche una colazione o una merenda golosa; si può arricchire con frutta fresca o secca tritata.

Durante la realizzazione delle zeppole, si possono farcire all’ultimo minuto anche con crema di nocciole o confettura di frutta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui