MANDURIA – L’olio extravergine di oliva possiede delle proprietà benefiche all’organismo. E’ un antitumorale, è alleato della giovinezza e protegge il cuore, ma per dare questi effetti, deve essere di alta qualità.

E’ necessario che ognuno abbia le competenze per poterlo riconoscere e per questo motivo ci si sta attivando per promuovere delle iniziative che permettono di distinguere un olio vero da uno scadente.

Per poter riconoscere, classificare, degustare l’olio extravergine d’oliva, il presidente provinciale CIA, Pietro De Padova, ha organizzato un incontro seminariale sull”Olio vero”, presso il Liceo De Sanctis Galilei di Manduria.

Si è trattato di una simulazione panel test, svoltasi nel laboratorio di scienze, avente come obbiettivo principale quello di imparare a riconoscere un prodotto naturale come l’olio evo, realizzato con la semplice spremitura delle olive, come impone l’antica ricetta pugliese.

Nel prodotto classico e prezioso per la salute non vengono utilizzati solventi chimici e non si ricorre a procedimenti industriali che andrebbero ad alterare il prodotto.

Essere capaci di riuscire a riconoscere l’olio evo è molto importante e per questo l’iniziativa del liceo di Manduria deve essere diffusa per aiutare i ragazzi molto giovani ad essere capaci di distinguere le qualità organolettiche di un prodotto del territorio così speciale e utile alla salute.