Sanacchiudere di Taranto Vecchia

Sanacchiudere di Taranto Vecchia

Si parla tanto di sannacchiudere ma l’invenzione dei Sanacchiudere di Taranto Vecchia è una sola e questa fa parte della tradizione. Si tratta di una ricetta nostrana che mostra la tipicità verace della gente della Taranto vecchia e che si avvicina più delle altre a quella della nonna o comunque degli antenati. La preparazione dei Sanacchiudere di Taranto Vecchia richiede circa un’oretta e gli ingredienti sotto proposti sono sufficienti per quattro persone. Ecco tutte le modalità per preparare questa ricetta tipica della città di Taranto e scoprire i sapori di una volta solo assaggiandoli.

Ingredienti per Sanacchiudere di Taranto Vecchia

  • Mezzo chilo di Farina 0
  • La buccia di un limone
  • 100 cc. Olio EVO
  • Una bustina di Vanillina o semini di mezzo baccello di Vaniglia
  • Un bicchiere di spremute d’arancia
  • 50 gr. di Zucchero Semolato
  • Qualche cucchiaio di liquore alla Sambuca o all’Anice
  • Mezzo cucchiaino di Chiodi di Garofano pestati o polvere
  • Un cucchiaino di Cannella pestata o polvere
  • Quattro etti circa di Miele Millefiori
  • Coriandolini colorati per dolci

Preparazione dei Sanacchiudere di Taranto Vecchia

Per la preparazione dei Sanacchiudere di Taranto Vecchia bisogna iniziare mettendo l’olio evo a scaldare con bucce di Limone. Nel frattempo spremere una grossa arancia, mescolare lo Zucchero e l’Olio, aggiungere la giusta quantità di Succo d’Arancia e la farina e impastare aromatizzando con i deliziosi aromi di Vaniglia, qualche cucchiaio di liquore aromatico tipo Sambuca o Anice. Aggiungere all’impasto anche la polvere di Chiodi di Garofano e di Cannella e la vaniglia, da ricavare raschiando l’interno di un mezzo baccello e i Chiodi di garofani pestati in un mortaio. Quando l’impasto risulterà ben liscio, lasciarlo riposare per una mezz’oretta. Trascorso il tempo dall’impasto ricavare dei cilindretti di pasta quanto una falange e iniziare a friggere in abbondante olio o strutto e scolare bene. Scaldare il Miele e far sobbollire un attimo i  Sanacchiudere. Servire guarniti di Coriandolini.