HONG KONG – Continuano gli scontri per le proteste di massa contro la legge sulle estradizioni in Cina. In questi tafferugli sono state coinvolte molte persone e ci sono anche dei minori rimasti feriti.

La notizia è stata data dalla Bbc che riporta fonti del governo dell’ex colonia. Fino a questo momento, pare che ci siano due persone in gravi condizioni.

Anche gli agenti di Polizia sono rimasti feriti e 9 di questi sono ricorsi alle cure ospedaliere, come riportato dal South China Morning Post, il quotidiano locale controllato da Alibaba.

La rivolta non accenna a placarsi e gli scontri si stanno facendo sempre più violenti.
La Polizia è stata costretta a ricorrere a fumogeni, lacrimogeni, idranti e proiettili di gomma, per controllare la folla e tentare di proteggere il parlamento.

La governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, ritiene inaccettabili queste forme di rivolta e conferma che la controversa legge non sarà ritirata.