NEW YORK – Vi è stata una falla nel codice di Whatsapp che ha messo in pericolo l’app, esponendola all’attacco di uno spyware.

Per fortuna la falla è già stata riparata e la Compagnia di Whatsapp informa che bisogna avere l’ultima versione sia dell’applicazione che del sistema operativo se si vuole essere immuni.

La compagnia, in un comunicato dichiara:

“Whatsapp incoraggia le persone ad aggiornare la app all’ultima versione, e a tenere aggiornato anche il sistema operativo, per proteggersi da potenziali attacchi progettati per compromettere le informazioni nel dispositivo”.

Assicura che si sta lavorando per proteggere gli utilizzatori e nel dettaglio chiarisce che il problema riguarda:

“WhatsApp per Android nelle versioni prima della 2.19.134, WhatsApp Business per Android prima della 2.19.44, WhatsApp per iOS prima della 2.19.51, WhatsApp Business per iOS prima della 2.19.51, WhatsApp per Windows Phone prima della 2.18.348 e WhatsApp per Tizen precedente alla 2.18.15. ”

Oggi non si può più fare a meno di WhatsApp che da quando è stato introdotto, nel 2009, è diventato il mezzo di comunicazione più utilizzato. Ogni mese sono oltre un miliardo le persone in tutto il pianeta che ne fanno uso. I Paesi in cui l’utilizzo è sempre più crescente sono il Messico, il Brasile, La Russia e l’India.