Arrestata con l’accusa di maltrattamenti suora dell’Istituto delle Angeline Francescane di Roma

Sottoponeva i bambini dell'asilo a pesanti punizioni.

0
165

ROMA – Le intercettazioni ambientali e le telecamere nascoste hanno permesso alle Forze dell’Ordine di porre fine all’orrore che stava avvenendo all’interno dell’istituto delle Angeline Francescane nel quartiere Aldobrandeschi.

I bambini dell’asilo venivano maltrattati e sottoposti a pesanti punizioni.

Le mamme dei bimbi che frequentavano la scuola materna, del rispettabile istituto scolastico romano, si sono insospettite quando i loro bambini non volevano recarsi a scuola, piangevano e dicevano che la suora era cattiva.

Avvisate le Forze dell’Ordine, sono partiti i controlli. Il Pool antiviolenza della Procura della Repubblica si è messo in moto e dall’osservazione di telecamere nascoste e dalle intercettazioni ambientali, è stato scoperto l’orrore che quei bambini dovevano vivere ogni giorno.

La suora incriminata, maltrattava i bambini, li strattonava, li insultava, bestemmiava e li sottoponeva a punizioni umilianti.

I soprusi consistevano in calzini utilizzati per legarli ai polsi dei bambini per immobilizzarli o nel cibo infilato in bocca quando i piccoli non volevano mangiare.

La suora è stata arrestata, ai domiciliari, accusata di maltrattamento ai danni di minori. Coinvolta anche un’altra religiosa e due laiche, accusate di avere assistito alle violenze senza intervenire.