Assalto ad AstraZeneca, in Germania tutti vogliono il vaccino

Il Germania è assalto ad AstraZeneca, soprattutto i giovani vogliono vaccinarsi

AstraZeneca vaccino
Riconoscimento editoriale: StanislavSukhin / Shutterstock.com

E’ assalto ad AstraZeneca in Germania, e dopo la fine delle priorità per fasce di popolazione i giovani tedeschi hanno deciso di muoversi per vaccinarsi. Non ci sono diffide per il vaccino, e neanche paure, come invece è accaduto in Campania e in Sicilia, dove la gente ha preferito non farlo. In Germania c’è piena fiducia per AstraZeneca, ma il motivo per cui tanti giovani hanno affollato gli hub per vaccinarsi è dovuto alla riduzione dei tempi di somministrazione fra la prima e la seconda dose. Thomas Preis, presidente dell’Associazione dei farmacisti del Nord Reno, ha detto che ci sono così tante richieste che si teme le dosi non bastino per soddisfare la domanda.

E’ assalto ad AstraZeneca, i giovani tedeschi vogliono il vaccino

Secondo quanto detto da Preis, l’assalto ad AstraZeneca è dovuto al fatto che fra la prima e la seconda dose passeranno solo quattro settimane, un tempo considerato breve dai giovani, che possono così essere pronti per godersi le vacanze e l’estate in libertà e in sicurezza. In Germania il vaccino era stato consigliato per gli over 60, ma si può usufruirne anche sotto questa età dietro consiglio medico. I dottori sono stati bersagliati di appuntamenti e si sono ritrovati con tantissimi pazienti che hanno chiesto loro maggiori informazioni per poter fare il vaccino.

Per l’estate i tedeschi desiderano uscire in sicurezza

Il via libera dato dal governo federale e dai Laender ha fatto scattare l’assalto ad AstraZeneca da parte dei giovani tedeschi, che hanno visto nel vaccino una opportunità per poter affrontare la stagione estiva in sicurezza. Niente precedenza alle fasce d’età più avanzate e neanche alle categorie professionali, tutti possono fare il vaccino, e così i giovani hanno deciso di passare avanti e di vaccinarsi. La decisione dell’Europa di non rinnovare il contratto con AstraZeneca ha invece sorpreso tutti. Pare che sia stata motivata dal fatto che l’azienda che non ha rispettato le scadenze, e non perché il vaccino non sia affidabile.