ROMA – Ha perso la vita, questa notte, nel corso di un servizio di controllo, Mario Cerciello Rega il vice brigadiere che ha fermato due persone sospette che trasportavano una borsa, probabilmente rubata.

Secondo la ricostruzione fatta dagli stessi carabinieri, il vice brigadiere ha fermato due uomini considerati responsabili di un’estorsione. I malviventi pretendevano 100 euro in cambio della restituzione della refurtiva (tecnicamente chiamato “cavallo di ritorno”).

Uno di loro avrebbe poi tirato fuori il coltello ferendo più volte Mario Cerciello e scappando. Trasportato d’urgenza all’ospedale Santo Spirito è deceduto poco dopo. Ferito lievemente il carabiniere che era con lui durante il controllo.

Il fatto è accaduto poco dopo le tre del mattino in via Pietro Cossa, quartiere Prati. Mario Cerciello Rega, di 35 anni, di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, era sposato solo pochi giorni.

Dalle prime ricostruzioni, pare che la borsa in mano ai ladri appartenesse ad una donna e che la stessa avesse preso accordi con loro per riaverla; Al momento dell’incontro tra ladri e vittima si sarebbero, invece presentati i militari, avvisati dalla donna.