SUDAFRICA – Festeggiamenti del Freedom Day in occasione del 25esimo anniversario anniversario della fine dell’apartheid.

A pochi giorni dal voto, si parla di diseguaglianza anche in merito all’esclusione degli atleti africani dalla gara ciclistica del Trieste running Festival.

Grande giorno per il Sudafrica e in questa occasione affronterà delle tematiche importanti, quali la ancora esistente disuguaglianza sociale ed economica della popolazione.

Sarà proprio questo il punto centrale della battaglia politica, in occasione delle prossime elezioni dell’8 maggio.

Si desidera dare una svolta alla condizione di vita di questa popolazione laboriosa e forte che merita una vita migliore. E’ dal 27 aprile del 1994 che il Paese ha il diritto di voto, che chiuse un triste capitolo della storia, quello del regime di segregazione razziale.

Elessero alla presidenza il loro leader, Nelson Mandela, che divenne una figura cardine della lotta per l’uguaglianza.

Il Presidente che oggi è a capo dell’Africa National Congress di Mandela, Cyril Ramaphosa ha ammesso che ci sono tante sfide ancora da affrontare e ha dichiarato:
“In questo giorno di 25 anni fa abbiamo fondato un nuovo paese definito dai principi di uguaglianza, unità, assenza di razzismo e sessismo”.