Con la legge attualmente vigente, è previsto che sulla carta d’ identità dei figli minori debba comparire la dicitura genitori, ma la novità fa un esplicito riferimento al sesso.

Presto, vedremo infatti, l’indicazione di “madre” e “padre” al posto della dicitura “genitori”.

Il provvedimento, avente come data il 31 gennaio 2019, firmato dal Ministero dell’Interno, dell’Economia e della Pubblica Amministrazione, va a modificare il testo del decreto del 23 dicembre 2015, dove si introduceva la dicitura “genitori”.

Se n’è discusso già lo scorso mese di novembre e il Ministro Salvini è stato colui che ha fatto questa proposta, ma che in quel momento non ha ricevuto consensi dal Garante della Privacy, ma anche dallo stesso Movimento 5 Stelle.

Si prevedono sicuramente nuove polemiche, considerando le coppie sempre più numerose di genitori, appartenenti allo stesso sesso.