Mamma americana fa bere birra alla figlia neonata

Mamma fa bere un boccale di birra alla sua piccola e pubblica la foto sui social. La bimba di sei mesi era intenta a bere direttamente dal boccale.

0
66
Mamma americana fa bere birra alla figlia neonata

Sui social si è scatenato il delirio, la mamma ha accompagnato la foto con un commento ironico che però non è stato colto nella sua natura. Molte mamme hanno commentato affermando che mai avrebbero fatto qualcosa di simile. Poi c’è stato anche chi ha richiesto l’intervento della polizia affermando di avere intenzione di denunciare l’avvenuto.

Mamma Americana giustifica il gesto della figlia totalmente sconsiderato e rischioso per la sua salute

Mamma americana palese dimostrazione di come in America sia ormai abitudine comune pensare sia positivo che i bambini sin da piccoli bevano piccole quantità di alcolici. Secondo la teoria americana è fondamentale essere continuativi. Un goccio di vino o di birra a tavola fa bene alla salute. Questa è la nuova moda degli Stati Uniti e del Regno Unito che però è ritenuta invece una pericolosa abitudine.

Secondo gli americani l’abitudine potrebbe aiutare i bambini ad inserire il vino e l’alcol in generale nella propria vita sin da piccoli per poi riuscire a berlo con saggezza e responsabilità più avanti. Purtroppo però l’alcol non è un nutriente da inserire nella dieta né dei bambini, né degli adolescenti, così come nemmeno degli adulti.

L’alcol compromette il sistema nervoso dei bambini

Secondo dei recenti studi la teoria è totalmente opposta a quella americana, e i bambini che sin da piccoli bevono alcool rischiano invece di diventare già dall’età dell’adolescenza dei bevitori e quindi di sviluppare problemi legati all’alcol.

Si parte da una gradazione bassissima che può comportare seri danni, fino ad arrivare a gradazioni elevate devastanti per un piccolo organismo. Si pensi ad esempio che le gradazioni più basse compromettono il sistema nervoso centrale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui