E’ morto a Roma Cosimo Cinieri tra i più rilevanti esponenti del teatro Italiano

Malato di Alzheimer, avrebbe compiuto 81 anni oggi 20 agosto.

0
90

ROMA – Cosimo Cinieri attore e regista di teatro e cinema, si è spento dopo una lunga malattia. Nipote del drammaturgo Cesare Giulio Viola, negli anni ’60, ’70 e ’80 il suo teatro ha rappresentato l’avanguardia in Italia.

L’attore si è spento proprio alla vigilia del suo 81esimo compleanno e in suo ricordo, sarà allestita alla Protomoteca del Campidoglio, a Roma, la camera ardente.

Il noto attore teatrale nacque a Taranto e assieme alla moglie Irma Immacolata Palazzo, Cosimo Cinieri ha prodotto 36 spettacoli di successo con la Compagnia Cinieri-Palazzo.

Celebre fu il sodalizio con Carmelo Bene con cui recitò dei grandi capolavori come Sade, Otello e la Deficienza della Donna.

Cosimo Cinieri nacque il 20 agosto del 1938 a Taranto e nella sua lunga carriera ha lavorato anche per il cinema al fianco di noti registi, come Lucio Fulci, Bernardo Bertolucci e Massimo Troisi.

Il suo volto è divenuto noto anche ai giovanissimi, per essere stato testimone pubblicitario, della Balocco, nel periodo natalizio, oppure per altri messaggi pubblicitari come quello della Bertolli.

L’attore che si è spento proprio alla vigilia del suo 81esimo, come ricorda la moglie, soffriva di Alzheimer dallo scorso anno. La malattia è arrivata lentamente, ma poi ha avuto un andamento veloce.

Al culmine della malattia è finito in coma. La fase terminale è stata terribile e il ricordo dell’attore fino all’ultimo istante era della sua Taranto.