Mark Zuckerberg ha annunciato la nascita di una nuova moneta che faciliterà i pagamenti online e funzionerà dal prossimo anno, 2020.

Si chiamerà Libra, la nuova criptovaluta che si basa sulla tecnologia blockchain e secondo quanto chiarito, la nuova moneta elettronica sarà gestita da una no-profit, la Libra Association, di cui fanno parte le società che utilizzeranno Libra.

Con questo nuovo sistema, Zuckerberg desidera che tutti siano in grado di inviare e ricevere danaro, con la stessa facilità di quando si inviano foto o messaggi.

Con Libra tutti potranno pagare e trasferire danaro su WhatsApp, Facebook, Messanger.
Dal 2020, la nuova moneta coinvolgerà due miliardi di persone e sarà molto utile anche a chi non possiede un conto in banca tradizionale.

Fino ad oggi, sono già 30 le aziende globali che hanno aderito al progetto, fra queste vi è anche Mastercard e Paypal e si prevede l’adesione di altre 70 aziende.

Zuckerberg ha assicurato l’affidabilità dei pagamenti e per rendere le operazioni ancora più facili, Facebook sta lanciando anche una filiale indipendente chiamata Calibra che permetterà di utilizzare il danaro da un portafoglio digitale con cui si potrà spendere, inviare, ma anche risparmiare Libra. Sarà collegata a Messanger e Whatsapp.

Inizialmente Calibra servirà ad inviare e ricever danaro, ma in futuro si prevede di offrire maggiori servizi a persone e ad imprese, come il pagamento di bollette e l’acquisto dei biglietto della metro.

Per una maggiore sicurezza, le informazioni, saranno separate da quelle che solitamente si condividono su Facebook. Zuckerberg assicura massima sicurezza e tutela della privacy e ha chiarito che in caso di frodi, le persone verranno rimborsate.

In futuro, oltre 2 miliardi di utenti utilizzeranno questo servizio, con un semplice messaggio dallo smartphone.