Organizzazione Mondiale del lavoro: sos lavoro dei giovani

A causa della pandemia un giovane su sei ha perso il lavoro del mondo e questo ha scatenato la nuova aria di crisi secondo l'Organizzazione Mondiale del Lavoro

0
122
Taranto, lavoro, jobs

L’Organizzazione Mondiale del lavoro ha stimato 235 milioni di persone con il posto il tempo pieno e determinato hanno perso il loro impiego a causa del Covid 19. Nel secondo trimestre 2020 la questione è più e drammatica i giovani sono colpiti in modo sproporzionato e devastante. Infatti, almeno 178 milioni di Under 25 che lavorano i settori più esposti rischiano un ulteriore crash. Anche per chi studia, le cose non vanno meglio. Basti pensare che almeno la metà degli studenti pensa che finirà in ritardo, mentre il 10% ha interrotto la sua formazione.

Organizzazione Mondiale del lavoro; chi ha perso il lavoro?

Molte persone hanno smesso di lavorare per il Coronavirus. Chi ha perso il lavoro, rischia di dover cambiare tutta la sua aspettativa di vita. Un taglio doppio rispetto al complessivo. Infatti, i lavoratori di tutto il mondo sono soprattutto giovani che si trovano in una situazione devastante e  sproporzionata secondo l’ Organizzazione Mondiale del lavoro. Nel secondo trimestre del 2020 rispetto a fine 2019, si sono persi il 10,7% di ore di lavoro. Corrisponde a 135 milioni di posti a tempo pieno.

Dove si è generata la crisi

Chi ha perso il lavoro a causa del Coronavirus si trova soprattutto in quei paesi dove ci sono state misure restrittive. Parliamo del 94% dei casi. Ancora una volta la crisi si è abbattuta sui giovani e soprattutto di meno di 25 anni. Ancora studio deve rinunciare probabilmente a concludere la formazione o presenta un forte ritardo. Intanto, l’ Organizzazione Mondiale del lavoro arrivano a sostenere quanto prima questa situazione anche per evitare che possa degenerare.  L’emergenza sanitaria è già entrato a gamba tesa nella vita di giovani che hanno episodi di depressione e di ansia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui