Home Mondo Parigi, richiesta di sostegno per le librerie del luogo da parte della...

Parigi, richiesta di sostegno per le librerie del luogo da parte della sindaca

Parigi ha una sindaca forte che non smetterà di lottare per i diritti dei cittadini. La cultura è un diritto comune, per questo le librerie non possono e non devono chiudere.

Anne Hidalgo parigi

Così Anne Hidalgo, primo cittadino di Parigi, si è rivolta al suo popolo invitandolo ad acquistare i libri nelle librerie piuttosto che su internet o comunque su Amazon come si è ormai soliti fare. Questo non è il momento per risparmiare, adesso bisogna sostenere chi ne ha bisogno quindi i propri concittadini proprietari di attività di qualunque genere che stanno affrontando una dura crisi.

Parigi ha delle nuove restrizioni, i libri non sono bene necessario

Parigi come tutte le città della Francia si sono svegliate con un nuovo divieto e con delle nuove restrizioni. Si parla infatti della chiusura di tutte le librerie che sono state inserite tra i negozi che vendono beni non essenziali.

Per questo secondo la sindaca questo è il momento ideale per farsi sentire. Una persona colta, una persona qualunque che ha sempre acquistato libri, che ama leggere, che ama la conoscenza non può far finta di nulla e aggirare il problema con internet.

Una stretta collaborazione capeggiata dalla sindaca Hidalgo

Librai e cittadini devono collaborare e mobilitarsi contro il governo francese e le decisioni completamente fuori luogo. Lo farà anche la sindaca Hidalgo che ha affermato di essersi già attivata con determinazione. Sa come agire e lo farà insieme a coloro che vorranno condurre una dura battaglia a favore dei librai. Il covid ha messo tutto in pausa, ma la cultura non si può fermare, non deve essere toccata.

Ecco perchè i proprietari delle librerie parigine, come anche quelli di altre città hanno scelto di aprire anche andando contro la legge. Saranno aperti rispettando gli orari e le regole imposte a qualunque altra attività ma non getteranno la spugna. Distanziamento e mascherine per evitare il diffondersi del contagio ma non ci sarà nessuna chiusura.

Exit mobile version