Putin in visita a Roma, incontra il Papa, Mattarella e Conte

In occasione dell'evento, la capitale si è blindata.

0
267
Putin a Roma, incontra il Papa, Mattarella e Conte
Riconoscimento editoriale: Пресс-служба Президента Российской Федерации / Wikipedia.org

ROMA – Si sono incontrate le delegazioni Italiana e Russa a Villa Madama, con una cena sontuosa.

Hanno partecipato, oltre al presidente russo Vladimir Putin e al premier Giuseppe Conte, anche i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi e il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov.

Putin si è poi recato a Fiumicino dove ha accolto l’arrivo di Silvio Berlusconi.

In una cena a base di specialità del territorio italiano e con il nome dei tavoli che ha rievocato i grandi pittori italiani che hanno conquistato il mondo, Vladimir Putin, il premier Giuseppe Conte e i vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini erano tutti insieme, in un incontro insolito che potrebbe definirsi storico.

il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi, assieme al presidente russo Vladimir Putin, ha confermato l’eccellente stato delle relazioni bilaterali, nonostante si stia attraversando un momento difficile per quanto riguarda l’economia globale.

“Le sanzioni contro la Mosca vanno superate in un momento delicato per l’economia globale, ma la Russia deve fare la sua parte ristabilendo un rapporto di fiducia con l’Europa”.  Ha affermato Conte in conferenza stampa.

Conte ritiene che la città di Mosca sia un attore ideale per individuare le soluzioni per risolvere le principali crisi regionali. Aggiunge che, d’accordo con Putin, che queste soluzioni devono essere politiche.

Afferma Conte: “Noi riteniamo che le sanzioni siano un fine, riteniamo che sia un regime transitorio e l’Italia lavora perché si creino le premesse per un superamento di questo stato di rapporti tra l’Ue e la Russia che non fa bene alla Russia, all’Ue e nemmeno all’Italia che potrebbe aumentare le relazioni commerciali. Per raggiungere questo obiettivo, cui l’Italia è devota, occorre che maturino le circostanze e noi lavoreremo per questo”.

il presidente russo Vladimir Putin afferma: “Comprendiamo che l’Italia è legata con gli impegni europei e non abbiamo nessuna pretesa rispetto agli amici italiani ma speriamo che l’Italia sulle sanzioni porti avanti la posizione di un ritorno dei rapporti a 360 gradi con la Russia”.
Poi aggiunge: “Siamo grati all’Italia per la posizione che consiste nel fatto che bisogna ristabilire il regime pieno dei rapporti tra Usa e Russia”.

Putin è arrivato con un’ora e trenta di ritardo ed è stato accolto a Palazzo Chigi dal Premier italiano. Li attendeva il picchetto d’onore dei Carabinieri e dei lancieri di Montebello.
Dopo una stretta di mano, si sono intrattenuti per uno scambio di battute. Poi, Putin ha lasciato il Quirinale, dopo l’incontro con il presidente Sergio Mattarella.

Da alcune fonti si è appreso che i loro rapporti sono ottimi, benché siano invece difficili le relazioni tra la Federazione e l’Occidente dovuta alle diverse valutazioni sull’Ucraina.
Il Presidente Mattarella e il presidente Vladimir Putin, da quanto riferito da alcune fonti, esprimono la loro preoccupazione riguardo la guerra civile in Libia e il conseguente ritorno del terrorismo islamico battuto in Siria, ed è stata evidenziata l’importanza della stabilità libica per l’Italia e per l’Europa. Putin ha sottolineato la diversa posizione dei Paesi vicini sulla soluzione politica.

Nel corso della mattinata, il presidente russo ha avuto un colloquio con Papa Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui