HONG KONG – Si protesta contro un decreto arrivato da Pechino che prevede di mandare in Cina i sospettati di crimini, per essere processati.

La notizia arriva dalla Bbc; Hong Kong è scesa in piazza e il numero sta crescendo di ora in ora.

Si prevede un’imponente partecipazione che supererà sicuramente quella del 2014, con il “Movimento degli ombrelli” dove erano presenti centinaia di migliaia di persone scese in piazza a favore di un sistema democratico.

Le associazioni per i diritti umani e civili dell’ex colonia britannica, precisano che questa legge è a favore delle persecuzioni politiche sempre nello stesso territorio di Hong Kong, dove i processati saranno sottoposti alle ferree leggi della Cina.