Home Mondo Stati Uniti, indagine su Cuomo per presunta manipolazione anziani morti di Covid

Stati Uniti, indagine su Cuomo per presunta manipolazione anziani morti di Covid

La presunta manipolazione sui dipendenti per avere informazioni sui pazienti vittime di covid ha fatto scattare l’indagine su Cuomo

Indagine su Cuomo, procura studia caso

Dopo gli scandali per molestie scatta l’indagine su Cuomo per presunta manipolazione dei dipendenti ai quali pare abbia estorto informazioni sulle vittime di covid per scrivere il suo libro. In precedenza Cuomo era stato già indagato per aver manipolato i dati della pandemia, scatenando polemiche e accuse. Adesso si parla di manipolazione presunta dei dipendenti riguardo al numero di anziani che sono deceduti nelle case di assistenza a causa del coronavirus. Ad aprire l’indagine è stata la procura generale di New York, che sta cercando di capire se il governatore del partito democratico è reo di avere utilizzato fondi statali per promuovere il suo libro.

Scatta indagine su Cuomo

L’indagine su Cuomo è partita infatti sia perché il governatore pare abbia usato i dati ottenuti dai dipendenti che i fondi statali utilizzati per la promozione del suo ultimo lavoro improntato proprio sulla pandemia. Il titolo del libro scritto da Cuiomo è Crisi americana: lezioni di leadership dalla pandemia di Covid-19″. A diffondere la notizia è stato il New York Times, che ha suscitato subito scalpore. Sempre durante una delle sue più strette collaboratrici di Cuomo ha rivelato che il governatore avrebbe nascosto i numeri veri delle vittime per Covid nelle case di cura. Già quest’accusa era infamante, e adesso sul governatore pesa anche quella delle risorse statali usati impropriamente.

Ad aprire l’indagine è stato il procuratore Letitia James

E’ stato il procuratore generale Letitia James ad aprire l’indagine su Cuomo, dopo aver ricevuto una lettera del ‘controllore di Stato’ riguardo ad una investigazione penale che ritiene fondata. Dalle rivelazioni pare che alcuni alti consiglieri e membri dello staff avrebbero dato un grosso contributo a Cuomo per il suo libro, a cominciare dalle bozze, fino alla stampa e ai manoscritti consegnati nella residenza del governatore.
Cuomo ha subito preso le sue difese dicendo che i suoi dipendenti hanno lavorato volontariamente e che qualche incarico non ha inciso in alcun modo sulle mansioni che avrebbero dovuto svolgere.

Exit mobile version