Vaccini, Londra non prenderà quelli Ue

Londra ignora i vaccini dell'Unione Europea e infatti non partecipa al programma di acquisto per l'Unione Europea per la cura contro il Covid

0
160
Coronavirus vaccino

Londra non parteciperà l’acquisto dell’ Unione Europea del vaccino anti Covid. Infatti, il Regno Unito è preoccupato del fatto che le consegne arriverebbero troppo tardi perché adesso ci sono molti negoziati tra l’Unione Europea e il paese in corso. Quindi per fare in modo che la soluzione non degeneri e non si vada troppo avanti nel tempo, allora ha deciso di fare per conto suo. L’Africa invece, spera di poter ottenere i vaccini dell’Unione Europea, ma in questo momento sono solo in fase di test.

Il programma dell’Unione Europea sui vaccini

La posizione dell’Ue è molto chiara. Infatti, ha messo sul piatto 2,4 milioni di euro in modo tale che gli stati membri possano avere un vaccino contro il Covid-19 nell’ambito dei prossimi 18 mesi al massimo. L’Unione Europea sta firmando degli accordi con i produttori così da avere un supporto economico iniziale, ovvero un anticipo di pagamento sulla fornitura e avere questa cura nel massimo di 18 mesi per liberarsi una volta per tutte dal Covid. Ma il Regno Unito però ha deciso di non partecipare per evitare di ritardi nella distribuzione dei medicinali.

I benefici contro il Covid

Intanto, i benefici di vaccini contro il Covid, secondo la il Regno Unito, sarebbero pochissimi. Piuttosto, la corsa a trovare la cura giusta sta continuando. Vi sono 21 candidati in fase clinica secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Poi ci sono anche alcuni medicinali in fase pr-eclinica e parliamo di circa 139. Anche l’Africa spera nella cura il prima possibile mentre i test continuano. Probabilmente è proprio la sperimentazione in Sudafrica, che sta testando il vaccino, quella in grado di ottenere un buon successo prima degli altri, ovvero già nel primo trimestre del 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui