Ai Weiwei in esposizione a Londra

Ai Weiwei arriva a Londra con la History of bombs all'Imperial War Museum ed è subito un successo

0
92
Ai Weiwei

L’artista cinese leggendario Ai Weiwei è arrivato a Londra per raccontare la sua storia delle bombe ovvero History Oh bomber. È una collezione di 50 tipologie di armi di distruzione del cielo a grandezza naturale. All’Imperial War Museum di Londra è partita l’esposizione della riproduzione 3D per raccontare quali sono le armi che hanno distrutto il Giappone. La collezione cerca di raccontare un po’ la tentazione dell’uomo ad annientare quello che gli è intorno. Non è sono l’esibizione delle armi ma anche un modo per raccontare la sofferenza di milioni di persone nel corso dell’ultimo secolo.

Ai Weiwei e le opere immediate

Ai Weiwei è riuscito a rappresentare un’opera che arriva direttamente al punto della situazione. Infatti, grazie all’esposizione delle armi di distruzione di massa, riesce a raccontare la sofferenza umana e il dolore globale. Tra le armi rappresentate nell’esposizione vi sono gli ordigni lanciati in Vietnam e quelli invece utilizzati contro la popolazione afghana. Man mano che la tecnologia e la sperimentazione crescevano, allora queste armi diventavano sempre meno costose e più efficienti e questo arriva subito allo spettatore grazie all’esposizione dell’artista cinese diventato oramai leggendario.

L’esposizione all’Imperial War Museum di Londra

L’esposizione è partita qualche giorno fa all’Imperium World Museum di Londra. La distruzione raccontata da Ai Weiwei vuole dire chiaramente che è una costante, ovvero qualcosa da cui restare in guardia. Infatti sono esposte armi che vanno dal ventesimo e ventunesimo secolo e ci sono anche tanti pannelli didattici che raccontano questa storia. Si va dalla Seconda Guerra Mondiale fino alle guerre più moderne. Macchine della morte che fanno capire che al di là dei vincitore e dei vinti c’è qualcosa che livella il tutto, la morte. L’opera resterà esposta all’Imperial War Museum di Londra come una sorta di monito, fino al Maggio 2021.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui