fbpx
Home Notizie Agricoltura Agricoltura biologica nuove deroghe Regioni

Agricoltura biologica nuove deroghe Regioni

Giuseppe L'Abbate, Sottosegretario alle Politiche Agricole, spiega come saranno le nuove normative

agricoltura biologica
Riconoscimento editoriale: silviarita / Pixabay.com

ROMA Agricoltura biologica : il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe L’Abbate ha chiarito la questione nell’ultima conferenza Stato Regioni.

Infatti, cambia per l’agricoltura biologica normativa sull’utilizzo dei prodotti fitosanitari. Per essere definita agricoltura biologica in Italia, infatti, non si devono usare prodotti chimici come i pesticidi.

La nuova legge, però, stabilisce anche in quale misura. Infatti, per portare avanti l’attività agricola, ci vuole un minimo di prodotto fitosanitario. Il prodotto è, quindi, necessario alla produzione. Finora, però, non c’erano quantità certe. Ora, con la nuova normativa, sì.

La deroga riguarda due sostanze in particolare:

  • acido fosfonico;
  • acido etilfosfonico.

Per ottenere quindi la certificazione di “prodotto biologico“, queste sostanze non potevano superare ciascuna lo 0,01 mg/kg. Purtroppo, però, anche accidentalmente, capitava di superare questa soglia.

Per tale ragione, il Decreto su cui si è trovata l’intesa prevede una nuova soglia specifica per questa sostanza, pari a 0,05 mg/kg, stabilendo al tempo stesso un periodo transitorio di due anni, durante il quale si applica il limite più elevato di 0,5 mg/kg per le colture erbacee e 1 mg/kg per quelle arboree”.

In più, in base a un confronto tecnico, la Conferenza ha deciso la deroga per l’acido etilfosfonico, che si crea anche naturalmente nella produzione del vino.