CIA Due Mari: gestione irrigazione 2020. Basta essere subalterni alla Basilicata

CIA Due Mari discute in un incontro con il Commissario Unico Consorzi il problema della gestione dei sistemi irrigui e del problema con la Basilicata. 

0
74
cia due mari

TARANTO – La CIA Due Mari ha parlato della gestione irrigazione 2020 e della mancanza degli interventi sulla rete, in un incontro con il Commissario unico Corsorzi. Durante questo, si è parlato della subalternità che si è andata a creare con la Basilicata. Un problema che ha portato a una gestione delle risorse idriche inique.

Sul piano dei rapporti, la Basilicata necessità la programmazione di un incontro tra le regioni. L’autorità del Bacino e il Consorzio Unico Basilicata, come richiesto dalla CIA alla Regione Puglia e ad Emiliano, nelle scorse settimane, devono programmare un incontro al fine di riuscire a risolvere queste criticità che sono presenti sia per la diga di San Giuliano sia di Monte Cotugno.

Durante l’incontro si è prospettato anche con urgenza un impegno nell’ammodernamento della rete idrica e irrigua, con degli interventi mirati. Si è affrontato infine, il nodo del prezzo e il periodo di erogazione dell’acqua.

Questioni che non coincidono con quanto invece succede in Basilicata, nonostante l’acqua venga intinta dallo stesso vaso in entrambe le regione. Molto importante anche il fattore della trasparenza, la fruibilità dell’acqua dallo snodo San Marco e la riduzione del prezzo dell’acqua per favorire l’aumento del sistema d’irrigazione nel comprensorio di Tara e Stornara.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui