Home Notizie Agricoltura CIA Puglia: crisi uva da tavola responsabilità della GDO

CIA Puglia: crisi uva da tavola responsabilità della GDO

Il prezzo dell'uva da tavola dovrebbe aumentare almeno del 20% per riuscire a coprire i costi di produzione e ottenere un minimo guadagno.

uva da tavola, cia, taranto

PUGLIA – La CIA Puglia Agricoltori Italiani ha sottolinea come le problematiche e la crisi uva da tavola sia responsabilità della GDO.

Infatti, proprio le pratiche della Grande Distribuzione avrebbero determinato una sofferenza del sistema economico nell’ambito dell’agricoltura.

Il problema è dato dal fatto che i prezzi medi sono al di sotto di quelli dell’anno scorso. A questi poi si aggiunge anche un aumento dei costi di produzione che raggiungono il 50%.

Troppo gravosi anche i costi maggiori dovuti per gli oneri sociali necessari alla tutela dei lavoratori e che le imprese italiane pagano di più rispetto agli altri competitor europei. Pertanto CIA Agricoltori Italiani della Puglia ha chiesto un tavolo di confronto alla Regione insieme alla Grande Distribuzione. 

Raffaele Carrabba, Presidente di CIA Agricoltori Italiani, ha spiegato come tutti i costi relativi alla filiera e alla produzione stanno aumentando. Tutto aumenta, tranne però i prezzi che vengono riconosciuti agli agricoltori per le produzioni. 

In conclusione, i prezzi che vengono riconosciuti ai produttori non sono in grado di coprire i costi della produzione dell’uva. Per non andare in perdita dovrebbe esserci un aumento del prezzo di almeno il 20% rispetto a quello odierno.

Exit mobile version