Cia Puglia: Regione integri fondi per vino

La richiesta degli agricoltori pugliesi produttori di vino, che hanno avuto difficoltà per via della crisi

0
94
cia
Riconoscimento editoriale: Susanne Jutzeler / Pixabay.com

BARI – Cia Puglia: il sindacato degli imprenditori agricoli ha chiesto alla Regione Puglia di aumentare i fondi per i produttori di vino.

Infatti, secondo il presidente Carrabba, i fondi statali sono arrivati, quelli regionali no. Il Governo avrebbe messo sul piatto 50 milioni di euro per la distillazione di crisi. A conti fatti, si tratterebbe di poco meno di 3 euro per ogni percentuale di volume dell’alcol.

L’obiettivo per Cia agricoltura è arrivare poco sopra i 3 euro grazie ai fondi regionali. Così, si passerebbe da 2,75 euro a 3,30 euro. Sembra poco, ma sui grandi numeri di produzione può essere un aiuto in grado di fare la differenza.

Infatti, anche il Ministero avrebbe inserito nella legge la possibilità di “aggiungere” qualcosa da parte delle Regioni. Allora, perché non farlo?

In più, i fondi sono disponibili fino a esaurimento. Invece, secondo Carrabba, con l’aiuto della Regione, si potrebbe evitare che qualche azienda non possa ricevere il contributo. Le difficoltà del settore agricolo in tal senso riguardano:

  • minori commesse, causate dal CoVid-19, sia nel dettaglio (clienti fissi) che all’ingrosso (ristoranti, catering, ecc.);
  • annullamento di ordini, di conseguenza merce invenduta;
  • impossibilità di contare sul mercato estero (di solito, uno dei canali privilegiati per il vino pugliese).

Da qui la richiesta della Cia Puglia di intervenire subito, prima anche del cambio di gestione all’interno della Regione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui